AC Milan, Bacca: "Obiettivo? Scudetto e Champions League"

L’approdo al Milan è stato un sogno che si è realizzato e adesso Carlos Bacca intende ripagare la fiducia in lui riposta e rendere ancora più speciale questo sogno conquistando con i rossoneri non solo lo Scudetto, ma anche la Champions League. Il primo è l’obiettivo per l’attuale stagione, per la Champions occorrerà attendere ancora un anno, almeno questa è la speranza in casa Milan, ma Bacca, che alla competizione europea ha rinunciato per vestire la maglia rossonera, pare deciso e ottimista: “Sono arrivato al Milan con le idee molto chiare: – rivela ai microfoni del Corriere dello SportScudetto, ritorno in Champions e Coppa Italia, devono essere questi i nostri obiettivi. È vero, la Champions mi è sfuggita ancora una volta, ma la voglia di venire al Milan era tale da accettare questo sacrificio. Dovrò aspettare un altro anno per disputarla e mi auguro di vincerla con il Milan”.

Nel corso dell’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, Bacca ha rivelato un aneddoto relativo alla sua maglia. Il presidente Berlusconi avrebbe voluto leggere Carlos sulle spalle del giocatore: “È stata una delle prime cose che mi ha chiesto, poi hanno lasciato scegliere me, ma non avrei avuto nessun problema ad accontentarlo”. L’adattamento al Milan non è stato così difficile e il colombiano pare essere sempre più convinto della scelta fatta: “Il Siviglia è una grande squadra, il Milan è il top, fra le migliori in assoluto. Basti pensare che a Milanello è possibile trascorrere un’intera giornata tra lavoro e relax”. 

In Spagna Bacca ha lavorato agli ordini di Unai Emery, adesso a guidarlo c’è Sinisa Mihajlovic, allenatori che il colombiano definisce simili: “Sono entrambi molto esigenti, – spiega – curano i dettagli e pretendono il 100%. La differenza sta sul piano caratteriale: Emery forse è più allegro e aperto; Mihajlovic è più serio e se anche per un momento diviene allegro, torna subito ad essere rigoroso”. In poche settimane Bacca ha trovato un buon feeling con Luiz Adriano e il possibile arrivo di Zlatan Ibrahimovic non lo preoccupa: “È vero con Luiz Adriano c’è una buonissima intesa. Non conosco Ibrahimovic ma so che ha sempre portato risultati nelle squadre in cui è andato, con lui potremmo giocare anche tutti e tre. Le soluzioni sono diverse”. Non vuole fare pronostici sul numero di gol che riuscirà a segnare in Serie A: “È ancora troppo presto”.

Leggi anche: