AC Milan, Mihajlovic e Galliani contro i Giocatori: "Sveglia"

La sconfitta contro il Genoa, i pochi punti in classifica e le scarse prestazioni hanno fatto suonare il campanello d’allarme in casa Milan al quale è seguito, come diretta conseguenza, un confronto abbastanza acceso tra Mihajlovic, la squadra e Adriano Galliani a Milanello. 

Già al termine di Genoa-Milan il tecnico rossonero si era detto deluso da quanto visto e aveva evidenziato, ai microfoni dei giornalisti presenti al Marassi, l’assenza di cattiveria nei suoi ragazzi. Proprio questo fattore, secondo Mihajlovic, ha condizionato la partita facendo pendere l’ago della bilancia in favore del Genoa e facendo raccogliere al Milan una ulteriore sconfitta risultata indigesta al serbo. Ritrovatisi a Milanello per la consueta seduta d’allenamento, Mihajlovic ne ha approfittato per avere un confronto con la propria squadra e a tale confronto ha partecipato pure l’Ad Galliani, giunto nel centro sportivo rossonero intorno le ore 13.45.

Un’ora di colloquio durante la quale Mihajlovic e Galliani hanno rimproverato ai giocatori l’atteggiamento mostrato in campo a Genova e nelle partite precedenti. In particolare pare che l’Ad dei rossoneri abbia alzato la voce e chiesto alla squadra di “svegliarsi” perché “dopo aver speso 90 milioni non può non esserci alcuna differenza!”  Il Milan non può permettersi di disputare una partita a metà, per lo più senza alcuna cattiveria agonistica e dopo quanto speso durante il mercato e Mihajlovic e Galliani hanno voluto ricordarlo alla sua squadra. D’altra parte domenica i rossoneri saranno impegnati in Milan-Napoli ed è opportuno iniziare a cambiare atteggiamento se non si vuole incorrere nuovamente in una crisi di risultati e prestazioni che diventerebbe intollerabile per società e tifosi.

Leggi anche: