AC Milan, Zambrotta: "Abate e De Sciglio i giocatori da cui ripartire"

Gianluca Zambrotta promuove Ignazio Abate e Mattia De Sciglio, i terzini del Milan e della Nazionale Italiana da cui mister Mihajlovic può e deve ripartire. Entrambi provenienti da un periodo non semplice, i due giocatori posseggono le carte giuste per portare il Milan ai livelli che gli competono e Gianluca Zambrotta sottolinea tale fattore in un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport.

L’ex difensore rossonero conosce bene Abate. Con lui ha avuto modo di giocare nel Milan e proprio per questo invita i tifosi ad avere pazienza e a crederci: “Io e Abate abbiamo giocato insieme, lo conosco benissimo. È stato fuori solamente per motivi fisici, ma se sta bene può fare la differenza. Torna al momento giusto con ancora più voglia di mettersi in mostra e far bene. Può essere il giocatore giusto da cui ripartire”.

Oltre ad Abate, anche De Sciglio possiede delle buone qualità e, sebbene nell’ultimo tempo abbia faticato un po’ ad esprimersi, può ancora essere importante per il Milan: “Quando giocavo nel Milan lui si stava affacciando alla Prima Squadra – ricorda Zambrotta -. Ha le qualità per essere tra i migliori terzini in circolazione, ma deve migliorare parecchio”. Servirà lavoro e tempo a De Sciglio e l’ex rossonero dà qualche consiglio: “Deve migliorare soprattutto nella continuità, nel campionato così come nel corso degli anni: per stare ad alti livelli questo è un fattore decisivo”.

De Sciglio è stato paragonato a Paolo Maldini, Zambrotta però predica calma: “Ha bisogno di tempo e non di pressioni o paragoni con Maldini. Per superare i momenti negativi in cui non qualcosa non ti riesce devi essere ben strutturato mentalmente. Può essergli accaduto questo, ma ha tutte le carte in regola per ripartire”.

Leggi anche: