Addio Allegri: '' Andrò via a giugno, l'ho già comunicato a Galliani''

Massimiliano Allegri si è sempre contraddistinto per essere un uomo pacato che non ha mai espresso una parola di troppo e che, a suo modo, ha sempre contribuito a mantenere la calma anche nei momenti burrascosi attraversati dal Milan nelle ultime settimane. Probabilmente, però, la pressione adesso è troppa e Allegri ha deciso di sbottonarsi rispetto al suo futuro, ufficializzando il suo addio al Milan a partire da giugno.

Il tecnico livornese, alla vigilia della partita con l’Atalanta dichiara: ”Ho fatto quattro anni con grandi risultati. Ma adesso restiamo concentrati, abbiamo ancora obiettivi da raggiungere. In Champions abbiamo possibilità, ma qualunque cosa accada la mia decisione non cambierà”.

Dichiarazioni condite indubbiamente da un briciolo di amarezza per un epilogo che nessuno, lui per primo, si augurava. Allegri prosegue dichiarando di aver fatto la propria scelta già prima di Natale, manifestando stupore rispetto al clamore che la notizia ha suscitato: ”Ho comunicato prima di Natale a Galliani la decisione di chiudere a giugno, solo in Italia c’è questo clamore, ieri il Bayern Monaco ha annunciato Lewandoswski che arriva da una squadra concorrente del Bayern, anche in Italia questo deve essere normale, siamo dei professionisti e dobbiamo lavorare bene fino a fine contratto”

Max passa, poi, ai ringraziamenti accennando agli obiettivi relativi alla seconda parte della stagione: “Ho fatto quattro anni, ringrazio il presidente Berlusconi, Adriano Galliani, la società, per avermi messo a disposizione una squadra importante. Dobbiamo far di tutto per risalire la classifica in campionato, abbiamo la Coppa Italia e abbiamo la Champions dove io sono molto fiducioso – spiega Allegri – Ho la voglia di finire questo quadrienno al Milan nel migliore dei modi, voglio portare a termine il lavoro nel migliore dei modi. Non so se riusciremo a fare questa rimonta in campionato, ma lavoriamo per quello. In Champions tutti ci danno per spacciati, ma credo che abbiamo delle buone possibilità per passare questo turno”.

Massimiliano Allegri

Allegri vuole iniziare l’anno col piede giusto e punta la sua attenzione sulla partita di domani: “Domani dobbiamo fare di tutto per vincere perché gli ultimi cinque mesi da qui fino a fine stagione devono essere differenti dal passato. Dobbiamo ricominciare a vincere perché non siamo in una bella posizione di classifica. Dobbiamo avere l’umiltà di capire che abbiamo solo 19 punti e siamo più vicini alla zona retrocessione che alla zona Europa. Non sarà una gara facile. È una partita difficile e molto  importante. Dobbiamo migliorare negli aspetti offensivi e difensivi, servirà un Milan cattivo calcisticamente e consapevole dell’importanza dei tre punti”.

Conclude, poi, con un bilancio sull’avventura in rossonero, rivendicando alcuni traguardi raggiunti nonostante il ridimensionamento della rosa e la chiara rivoluzione che ha recentemente travolto il Milan: ”Io credo che i risultati parlino da soli. I primi due anni la società mi ha messo a disposizione una squadra per vincere il campionato, poi è cambiato tutto per esigenze della società, siamo ripartiti con i giovani e i ragazzi sono stati bravi ad entrare in Champions. In quattro anni abbiamo sempre passato il girone di Champions, siamo arrivati un anno ai quarti, abbiamo incrociato 8 volte il Barcellona che con noi ha sempre schierato i titolari. Adesso affronteremo questo Atletico Madrid che è in testa alla classifica, ma noi abbiamo delle buone possibilità”.

Leggi anche -> Allegri lascia il Milan a fine stagione: ora è ufficiale

Leggi anche -> Notizie Milan, Galliani: ”Con Honda sperimenteremo nuovi modi di giocare”