Addio di Kakà al Milan? il brasiliano: "Presto per il futuro, pensiamo al presente"

Nel giorno della vittoria scaccia crisi e delle 300 presenze in maglia rossonera, Ricardo Kakà parla del suo futuro al Milan. Il fantasista brasiliano ha scelto di tornare in Italia in una delle stagioni meno felici della recente storia del club, e sebbene non sembri affatto pentito, da quando ha rimesso piede a Milano si sono costantemente rincorse voci sul suo futuro – le ultime su un suo possibile trasferimento negli Stati Uniti in caso di mancata qualificazione alle coppe europee. Ricky non si sbilancia: “Per il momento penso solo al presente, a fine stagione penseremo al futuro. Non ho fretta e sono contento di stare qui. Vi prego di non farmi più domande su quello che succederà il prossimo anno, preferisco parlare delle tante partite che voglio ancora giocare con questa maglia”.

Galliani aveva aperto a scenari inquietanti parlando della possibile partenza di Kakà nel caso in cui il Milan non dovesse centrare l’obiettivo Champions, obiettivo che, numeri alla mano, è praticamente già sfumato. Ricky però non vuole pensarci e preferisce parlare della vittoria del Milan: “Nel calcio le cose cambiano in fretta, una settimana fa eravamo in piena crisi ma la vittoria ci ha ridato fiducia. Il gruppo è unito e l’importante è fare più punti possibile”.

Il suo rendimento è in crescita: “Gioco centrale, è una posizione che mi piace di più e il mister lo sa. Sono contento anche per Honda, ha fatto un assist bellissimo e sta giocando bene, il gol prima o poi arriverà”.

Leggi anche: