Akragas-Catanzaro 0-0, Di Napoli: “Ritmi troppo bassi”

Akragas-Catanzaro termina 0-0 e mister Raffaele Di Napoli, tecnico dei Giganti, ha espresso il suo disappunto per questo pareggio. In questa partita i suoi sono apparsi abbastanza timorosi, nonostante giocassero in casa davanti a quasi 2000 spettatori.

Calcionow ha chiesto, in conferenza stampa, come mai i siciliani non abbiano provato a fare la partita, accontentandosi solo di ripartenze e break. Il tecnico di origine campana ha innanzitutto messo in chiaro che ci sono cose da migliorare, ma anche situazioni di gioco in cui si sono manifestati progressi.

Queste le sue parole: “Non mi è piaciuto l’approccio alla gara, troppo statici, ritmi troppo bassi. Contro una squadra come il Catanzaro, che sì fa ancora fatica ad assimilare il bel gioco del suo allenatore, ma che vanta giocatori di spessore come Carcione, Giovinco e Cunzi, non ci possiamo permettere di tenere i ritmi bassi, perchè possono punirci. È comunque un punto importante, che ci consente di proseguire nella striscia positiva e di restare imbattuti in casa. È vero, però, che i ragazzi non hanno messo in campo tutto ciò che avevamo preparato nella rifinitura. Sono fiducioso, ci attende il Foggia che è un avversario durissimo, ma che ci consentirá un approccio diverso, perchè una partita che si prepara da sola”.