Allenatore Italia: Carlo Ancelotti è la scelta giusta?

All'apparenza la scelta migliore, ma siamo sicuri sia davvero così?

Come ormai sappiamo da giorni l’avventura di Gianpiero Ventura è terminata: non è più il CT dell’Italia. Questo è quanto è stato deciso nella riunione del consiglio che è da poco terminata. Termina dunque in maniera ingloriosa l’avventura dell’ormai ex commissario tecnico della Nazionale italiana.

Ventura paga la classica regola del calcio italiano: esonerare un allenatore è di certo più semplice che fare piazza pulita dell’intera impalcatura. Sì, perché il fallimento della mancata qualificazione al Mondiale in Russia non è certo da ricercarsi unicamente nelle scelte dell’ex CT della Nazionale italiana.

Per allenare una nazionale, non serve un grande allenatore, ma serve un grande CT, perché il grande allenatore è si capace di raggiungere risultati importanti, ma per poterlo fare ha bisogno di poter lavorare con calma con i propri calciatori; mentre al contrario un grande CT è in grado di far rendere da subito i giocatori a propria disposizione.

Il migliore CT dell’Italia negli ultimi anni è stato Antonio Conte, il leccese però, al di là della sua bravura tecnica, è riuscito a fare bene perché è un ottimo motivatore, per tale motivo al contrario di quello che pensano in molti, non siamo convinti dell’eventuale scelta di Carlo Anceotti, che pure ha un curriculum con i club come pochi altri allenatori in circolazione.