De Boer è il nome nuovo per la panchina rossonera. Potrebbe essere lui l’allenatore del Milan per la stagione 2016/17.

Ogni dubbio dovrebbe essere sciolto l’1 luglio, data in cui la società potrebbe annunciare il nome del mister per la prossima stagione.

In caso di cessione ai cinesi, qualunque scelta dovrà essere più che condivisa con i nuovi proprietari che, al di là delle voci di corridDe Boeroio che si sono susseguite, sembrano avere finalmente espresso una chiara preferenza per Frank De Boer. L’ex tecnico dell’Ajax sembra avere le carte in regola per soddisfare le aspettative dei cinesi: dimensione internazionale, giovane, propositivo, promotore di un calcio offensivo, ambizioso ma senza troppe pretese di mercato.

In questa ipotesi, quello che ormai sembrava un ballottaggio tra Brocchi e Giampaolo, diventerebbe una corsa a tre. L’olandese, nonostante arrivi da due stagioni deludenti, potrebbe comunque mettere le basi per ricostruire un Milan competitivo e vincente.

I tre contendenti alla panchina al momento giocano pressoché ad armi pari: Giampaolo trova il favore dei cinesi e di Adriano Galliani e ben conosce il campionato italiano, Brocchi è fortemente sostenuto da Silvio Berlusconi e ha già iniziato a pianificare la prossima stagione, De Boer è l’uomo che piace agli orientali.

Quest’ultimo, quando arrivò all’Ajax nella stagione 2010/2011, riuscì a produrre in fretta ottimi risultati ed è questo che incoraggia i possibili nuovi proprietari a portarlo a Milanello. Il suo cavallo di battaglia è il modulo 4-3-3, vuole giocatori rapidi e precisi così come avvenuto in Olanda, dove in 4 anni ha fatto il pieno di vittorie.

LEGGI ANCHE: