La panchina del Milan scotta e sempre più importanti diventano questi giorni per vagliare le possibili alternative. Chi sarà il prossimo allenatore rossonero non si sa ma l’1 luglio, anche in vista del ritiro fissato per il 7, si attende un annuncio ufficiale da parte della società.

Dopo che Cristian Brocchi ha dichiarato la sua volontà di lasciare Milanello e dopo che Silvio Berlusconi gli ha chiesto di aspettare 48 ore prima di prendere una decisione definitiva, si apre un nuovo scenario che sembra piacere anche ai cinesi pronti ad acquisire la maggioranza del club.

Il nome che è venuto fuori è quello di Vincenzo Montella. Con lui alla guida della squadra si potrebbe portare avanti un progetto tutto italiano così come desiderato da Berlusconi e allo stesso tempo avere quell’esperienza e quel tipo di gioco che piace tanto agli orientali.

Anche Galliani sembra d’accordo su questa possibilità e pare addirittura che il tecnico della Samp – pronta peraltro a liberarlo in tempi brevissimi – abbia superato Marco Giampaolo tra le preferenze in vista della prossima stagione. Il cerchio per il futuro tecnico del Milan si stringe: dopo l’ormai certo abbandono di Brocchi e il definitivo allontanamento delle ipotesi De Boer e Villas Boas, il prossimo mister rossonero potrebbe essere uno tra Montella e Giampaolo.

LEGGI ANCHE: