Alvarez-Inter, la Fifa da ragione ai nerazzurri

Sul caso Alvarez la Fifa ha dato ragione all’Inter. La società nerazzurra incasserà così dieci milioni e mezzo di euro dal Sunderland per il riscatto del giocatore argentino, che ha militato con i nerazzurri per tre stagioni, dal 2011 al 2014.

Ma facciamo ordine nella vicenda. Nell’estate del 2014 il Sunderland ottiene dall’Inter il prestito con diritto di riscatto di Alvarez, che diventa obbligatorio in caso di salvezza della squadra inglese. Salvezza che a fine arriva, ma la società inglese si rifiuta di pagare il riscatto adducendo problemi fisici dell’argentino.

Inizia così un contenzioso tra le due società. All’inizio di questa stagione si allena con il Velez Sarsfield, poi a gennaio il trasferimento in prestito alla Sampdoria. Ora il verdetto della Fifa, che però sicuramente sarà appellato dalla società inglese. L’Inter spera a questo punto che il verdetto positivo venga confermato entro luglio, in modo da poter spendere i dieci milioni sul mercato, che come sempre si preannuncia pieno di sorprese.