Amarcord Milan, i campioni che hanno conquistato il Pallone d'Oro in rossonero

Ripercorrendo i gloriosi anni della storia rossonera, sono tanti i nomi che hanno consentito il raggiungimento di brillanti traguardi nazionali ed internazionali, che hanno contribuito alla conquista di prestigiosi trofei e che hanno permesso al Milan di essere oggi il club più titolato al mondo.

Sono tante le stelle del calcio che brillano nel firmamento rossonero, campioni che hanno fatto la storia del club e del calcio ed oggi, in occasione del compleanno del Milan, la Redazione di Calciomercato-Milan vuole dare omaggio a tutti i calciatori che hanno scritto una parte della storia rossonera e che nella loro militanza nel club hanno ricevuto il massimo riconoscimento personale per un calciatore professionista, il Pallone d’Oro.

Era il 1969 quando Gianni Rivera, una leggenda milanista, fu il primo italiano a vincere il Pallone d’Oro. Diciannove stagioni in rossonero, di cui dodici da capitano, definito ”il talento calcistico allo stato puro”, nel 1969 vinse la finale di Coppa dei Campioni contro l’Ajax e vinse anche la Coppa Intercontinentale.

Gianni Rivera

Arriviamo al 1987 quando ad aggiudicarsi il prestigioso premio fu Ruud Gullit. Insieme a Marco Van Basten e Frank Rijkaard costituì il trio olandese che condusse il club rossonero ad una lunga serie di vittorie internazionali a cavallo tra gli anni ottanta e novanta. Gullit quell’anno, che fu l’anno dell’esordio in rossonero, collezionò 29 presenze e 9 gol, guidando il Milan allo scudetto numero undici dopo una rimonta sul Napoli di Diego Armando Maradona.

L’anno successivo fu la volta del suo ‘collega’ nel trio degli olandesi, uno dei più forti giocatori di tutti i tempi, Marco Van Basten. Marco vinse due Palloni d’Oro consecutivi. Il primo nel 1988 anno in cui il Milan ritorna in Champions League dopo 9 anni e stagione in cui Van Basten mette a segno 32 goal. Il secondo arrivò nel 1989 dopo le conquiste della Supercoppa europea della Coppa Intercontinentale.

Il terzo Pallone d’Oro arrivò nel 1992, stagione in cui Van Basten si ripete in Champions League segnando 4 gol nella gara contro il Göteborg.

Marco Van Basten

Nel 1991 il premio fu assegnato a Jean Pierre Papin, trasferitosi al Milan nell’anno successivo con cui perde la finale di Coppa dei Campioni. A Milano vince due scudetti due Supercoppe italiane e la Champions League del 1994.

Nel 1995 è la volta di George Weah che fu il primo calciatore non europeo a vincere il Pallone d’Oro. In quella stagione, pur non segnando tantissimo, si rese autore di gol fondamentali per la conquista del 15º scudetto del Milan.

Nel 2004 fu la volta di un altro indiscusso protagonista della storia rossonera, Andriy Shevchenko. Sheva nel 1999 è approdato al Milan e in maglia rossonera si è aggiudicato uno scudetto, una Supercoppa europea, una Supercoppa italiana, una Champions League e una Coppa Italia. Storico il goal messo a segno su rigore contro la Juventus grazie al quale il Milan si aggiudica la Champions League a Manchester nel 2003.

Ultimo, ma solo nella lista, Kakà che si aggiudicò il premio nel 2007 dopo una stagione strepitosa in rossonero nella quale risultò capocannoniere della Champions League con 10 gol.

Leggi anche -> Ottavi Champions League, Milan-Atletico Madrid: ecco l’avversario dei rossoneri

Leggi anche -> Amarcord Milan: la migliore top 11 della storia

Leggi anche -> Buon Compleanno Milan!