Ancelotti al Milan, Bronzetti: "Galliani mai così combattivo"

A prescindere da quale sarà la risposta che Ancelotti darà al Milan, quest’ultima attesa per la giornata di mercoledì, la missione di Adriano Galliani in Spagna ha ugualmente lasciato il segno, sorprendendo molto anche Ernesto Bronzetti, il noto intermediario degli affari del Milan nella penisola iberica. Bronzetti, fino a qualche giorno fa certo di un secco “no” da parte di Ancelotti alle avance di Galliani, ha così commentato la trattativa: “Conosco Adriano Galliani da 37 anni e posso dirvi che non l’ho mai visto così determinato. Non lo dico tanto per dire, mai visto così combattivo.

Analizzando l’affare nel dettaglio Bronzetti non si sbilancia, considerando soprattutto l’intervento cui Ancelotti dovrà sottoporsi a Voncouver: “Credo che il 50% di possibilità sia un’ottima percentuale. Ora Carlo avrà questa visita privata in Canada, onestamente penso che nella sua decisione finale terrà conto dei tempi di recupero e della convalescenza”. Il noto intermediario è ritornato sull’esonero di Ancelotti, accolto non benissimo dall’ex allenatore del Real Madrid: “La notizia dell’esonero ha un po’ innervosito Carlo, del resto al Real non vincere equivale spesso a sentenza certa. Per questo Ancelotti è partito da un no secco, ma Galliani è stato combattivo e determinato, vedremo quale sarà l’ultima decisione”.

In ultima istanza Bronzetti ha confermato gli ottimi rapporti tra Galliani e l’ex allenatore del Real Madrid: “Ancelotti ha ricevuto diverse offerte dall’Italia e dalla Premier League, ma non le ha volute prendere in considerazione nella maniera più assoluta. Ha scelto di incontrare solo Galliani, comunque negli incontri non sono stati fatti nomi di giocatori”.

Leggi anche: