Ancelotti torna al Milan? Ritorno possibile con l'addio al Real

Ancelotti e il Milan, un amore mai tramontato e che adesso potrebbe riaccendersi improvvisamente, regalando forse ai tifosi rossoneri la speranza di riabbracciare un grande allenatore che ha lasciato a Milanello ricordi da far venire la pelle d’oca. Dopo i tanti nomi circolati in settimana, in via Aldo Rossi serpeggia un cauto ottimismo: Galliani e Ancelotti sono costantemente in contatto e, qualora il tecnico di Reggiolo dovesse essere esonerato dal Real Madrid, il Milan si rifarebbe sotto per tentare di strappare un si, che ad oggi resta comunque complicato.

In primo luogo occorrerà capire se Florentino Perez esonererà o meno Ancelotti, che già ad aprile aveva aperto ad un clamoroso ritorno, cedendo la panchina delle Merengues a Klopp, come ipotizzato dai principali media spagnoli. In quel caso il Milan avrebbe il via libera a trattare con Ancelotti, il cui alto ingaggio potrebbe essere in parte tamponato dalla buonuscita che spetterebbe al tecnico di Reggiolo, legato a Madrid da un contratto fino al 2016. Questa “liquidazione” dovrebbe aggirarsi sui 6 milioni di euro e il Milan ne aggiungerebbe 2-3 per convincere Ancelotti a tornare sulla panchina rossonera.

Il vero problema non è però l’ingaggio, ma le garanzie tecniche. Un tecnico di caratura internazionale come Ancelotti chiede una squadra all’altezza e un calciomercato di primo livello e ad oggi (salvo evoluzioni delle vicende societarie) il Milan non sembra essere nelle condizioni per poterle garantire. Ad ogni modo, prima di procedere oltre, sarà necessario attendere l’eventuale esonero di Ancelotti dal Real Madrid: solo in quel caso il sogno di rivedere Carletto in rossonero potrebbe divenire realtà.

Leggi anche: