Anna Frank, Lotito in aereo: “Famo sta sceneggiata”

Caso Anna Frank - Lotito in aereo lunedì sera contro la comunità ebraica: "Non valgono un ca... questi. Hai capito come stamo? Famo sta sceneggiata"

Ancora al centro della bufera il caso Anna Frank – Lazio, con una clamorosa indiscrezione segnalata da alcuni passeggeri dell’aereo Milano – Roma che lunedì sera ha ospitato il patron biancoceleste Claudio Lotito. Sembra che lo stesso Lotito, abbia passato tutto il tempo del volo sbuffando vistosamente e con l’orecchio attaccato allo smartphone. Infatti, ieri mattina il presidente della SS Lazio in compagnia dei calciatori biancocelesti Wallace e Felipe Anderson  si è recato presso la Sinagoga di Roma per deporre una corona di fiori. Gesto che ha rappresentato un chiaro messaggio di condanna verso quei tifosi che domenica scorsa hanno tappezzato lo Stadio Olimpico di Roma con raffigurazioni di Anna Frank, simbolo della Shoah, con indosso la maglia dell’altra società romana, l’AS Roma.

Ma sembra che, secondo alcuni passeggeri del volo Milano – Roma di lunedì sera, il patron della Lazio non era convintissimo del messaggio che stava per inviare. Hanno del clamoroso, infatti, le parole quasi urlate in aereo da Lotito: «Il rabbino sta a New York. Er vice-rabbino ci sarà?» per poi continuare «Non valgono un ca… questi. Hai capito come stamo? Famo sta sceneggiata». Dichiarazioni pesantissime, che se troveranno conferma cadranno come un macigno sulle spalle del Presidente Lotito, che non è la prima volta che si lascia andare a dichiarazioni pesanti (vedi le dichiarazioni sul Frosinone Calcio).