Arabi e russi nel futuro del Milan? Pronta la cessione del 30%

Sono giorni di rinnovamento in Casa Milan. Dopo l’inaugurazione della nuova sede rossonera, la società di via Aldo Rossi si muove alla ricerca di nuovi partnership. I nomi che si susseguono sono diversi, ma ancora il futuro del Milan da questo punto di vista è tutto da delineare. La sola notizia certa è che la famiglia Berlusconi è pronta a cedere il 30% del Club per circa 250 milioni di euro.

Tornando ai possibili e futuri partner, si era parlato di investitori provenienti dalla Russia e in particolare di Gazprom, ma tale ipotesi è stata nelle ultime ore smentita dal portavoce di quest’ultimo  Sergei Kupriyanov che ha subito chiarito che tra il suo assistito e il Milan non c’è stato nessun contatto, ne tanto meno una richiesta di collaborazione. Altro candidato è Peter Lim, magnate di Singapore accostato a Valencia e Liverpool. Lim pare aver già avuto dei contatti con Adriano Galliani e questo rende il suo approdo in rossonero probabile.

Oltre a tali nomi non si esclude l’ingresso in società di investitori provenienti dagli Emirati Arabi. Domenica, infatti, una delegazione del Milan composta dal vice presidente e amministratore delegato Barbara Berlusconi, dal direttore commerciale Jaap Kalma e dal responsabile sponsorizzazioni e vendite Mauro Tavola, partirà in direzione Emirati dove incontrerà mercoledì i rappresentanti della Fly Emirats, per rinnovare il contratto con lo sponsor in scadenza nel 2015, e successivamente sonderà il terreno per verificare la possibilità di altre partnership, incontrando imprenditori interessati al progetto Milan.

Leggi anche-> Casa Milan. ecco la nuova sede dei rossoneri

Leggi anche-> Barbara Berlusconi: “Casa Milan? Un sogno diventato realtà”