Asta Fantacalcio Serie A 2014 Consigli: ecco i migliori calciatori da prendere

Stanno iniziando i massimi campionati europei, con la Ligue-1 che ha aperto i battenti già nella prima decade di agosto e la Premier che invece sta già dando spettacolo con la prima giornata. Dal prossimo weekend partiranno anche la Bundesliga e la Liga spagnola, in attesa della nostra serie A che il 30 agosto aprirà i battenti. Ma non solo, poiché con l’inizio della massima serie, aprirà i battenti anche il campionato che da anni diverte milioni di italiani: il Fantacalcio.

Ecco dunque una rapida carrellata di quelli che possono essere i consigli in vista dell’asta del Fantacalcio, stando alla situazione di mercato odierna.

ATALANTA

  • DA PRENDERE: hanno convinto molto in questo precampionato i due nuovi terzini, Dramé e Stendardo,reduci da due ottime stagioni e che vorranno confermarsi. Potrebbero davvero avere la definitiva consacrazione in serie A, mentre assolute garanzie saranno Cigarini, Bonaventura e Denis.
  • INCOGNITE: da valutare Biava, reduce da una stagione molto altalenante con la Lazio, così come Estigarribia, che dopo un’ottima annata alla Juventus sembra essersi decisamente spento. Magari può essere l’anno buono per dimostrare tutte le sue qualità.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: il terzino Zappacosta promette molto bene e Colantuono è deciso a lanciarlo nel corso della stagione.

 

CAGLIARI

  • DA PRENDERE: il tridente d’attacco promette scintille con Zeman alla guida, e in particolar modo quel Marco Sau lanciato proprio dal tecnico boemo in quel di Foggia. Ibarbo cerca la definitiva consacrazione, mentre Cossu è sempre più una garanzia di assist in quantità.
  • INCOGNITE: la difesa di Zeman è sempre stato il reparto più ballerino e guardando i nomi del reparto arretrato sardo non si può certo pensare in meglio. Anche il portiere Cragno è una incognita, proveniente dalla serie B, mentre sulla fascia potrebbe emergere il sardo doc, Murru.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Farias e Crisetig sono due nomi che consigliamo di tener presenti, soprattutto tenendo conto del modulo di gioco usato da Zeman. Il primo è un esterno d’attacco che già conosce gli schemi del boemo, mentre il secondo può esplodere dopo l’ottimo campionato con la maglia del Crotone.

 

CESENA

  • DA PRENDERE: non fa impazzire la rosa del Cesena di questa stagione, almeno fino al momento, anche se potrebbe riservare tante sorprese. Garanzie assolute possono essere quelle di Franco Brienza, conoscitore della massima serie,  e il difensore Volta, ex Sampdoria. Può essere utile anche in chiave gol il centrocampista Cascione.
  • INCOGNITE: la difesa, anche qui, non sembra il reparto migliore e Lucchini sarà il trascinatore di una squadra che cerca una miracolosa salvezza, ma che comunque non fa ancora impazzire.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: il nome più interessante in questo senso è sicuramente quello di Defrel, che molto bene ha fatto in serie B. Al momento non sembra partire titolare, ma alla lunga può trovare spazio.

CHIEVO

  • DA PRENDERE: la formazione di Corini appare nettamente rinforzata, seppur abbia perso il direttore sportivo storico, Sartori. Possono fare molto bene nella piccola realtà Chievo elementi come Maxi Lopez e Birsa, in cerca di rilancio e che vantano importanti esperienze in serie A. Interessante anche Gamberini che tornerebbe a fare il leader al centro di una difesa di serie A. Anche Paloschi mostra una certa affidabilità in zona gol.
  • INCOGNITE: Radovanovic avrà ancora una volta la chance da titolare, anche se finora non ha dimostrato grossi mezzi tecnici. Izco è reduce da una pessima annata a Catania e i tifosi del Chievo devono sperare di rivedere il centrocampista ammirato anche due anni fa.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: il duo di portieri Bardi-Seculin ha convinto nel pre-campionato. Il primo ha mostrato grandissime qualità nella scorsa stagione, seppur in una squadra male assortita come il Livorno poi retrocesso, mentre il secondo ha ben difeso i pali dell’Avellino in serie B.

EMPOLI

  • DA PRENDERE: pochi rinforzi ma assolutamente strategici per Sarri che è pronto a stupire tutti con il suo Empoli. Garanzie in serie A elementi come Maccarone e Tavano che però hanno di contro una carta di identità ormai ingiallita. Convincente anche la difesa dello scorso anno, con Tonelli che può essere utile anche in chiave gol sulle palle inattive.
  • INCOGNITE: dubbi a centrocampo, dove gli ottimi gioiellini Valdifiori e Pucciarelli hanno bisogno di elementi validi per la categoria. Croce, Guarente e Moro non sembrano essere il top, ma magari qualcosa arriverà dal mercato.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Verdi indubbiamente. Il centrocampista scuola Milan è chiamato ad essere l’elemento di spicco di una rosa di certo non di primo livello. I rossoneri lo monitorano e magari chissà che il suo futuro non sia ancora rossonero…

FIORENTINA

  • DA PRENDERE: senza dubbio Mario Gomez è il nome che scalderà molte aste, così come Cuadrado (se resterà in viola), Gonzalo e Borja Valero, elementi da top club. Attenzione anche al nuovo esterno, Marko Marin, che in Germania ha dimostrato di essere un ottimo velocista.
  • INCOGNITE: in primis Giuseppe Rossi. I tifosi hanno la sensazione che il calciatore ex Manchester United sia ormai di cristallo, in ansia dopo ogni contrasto. Incertezze forti anche per Pizarro, avanti con l’età e non più quel metronomo tuttofare ammirato qualche anno fa all’Udinese.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: senza dubbio il giovane argentino Basanta. Il difensore centrale parte non tra i titolari nelle gerarchie di Montella, pronto però a concedergli delle chance con l’avanzare della stagione, anche considerando l’Europa League.
  • Giuseppe Rossi
    Dubbi su Pepito Rossi: reggerà una intera stagione?

GENOA

  • DA PRENDERE: la formazione rossoblu quest’anno vanta elementi di assoluto spessore, pronta dunque a stupire e non accontentarsi della salvezza la squadra di Gasperini. Tanti gli elementi da prendere, a partire dalle conferme Perin e Bertolacci, pronti ad esplodere, passando per Antonelli che gioca sempre più avanzato e potrebbe regalare qualche gol. Occhio in avanti dove Matri e Pinilla sono due profili molto interessanti e magari non a costo eccessivo in sede di asta.
  • INCOGNITE: qualche dubbio su Burdisso che già nella seconda parte della stagione scorsa ha fatto vedere di non essere più quello di qualche anno fa. Incertezza dà anche Rosi che di certo non è nuovo alla massima serie, senza però mai esplodere del tutto.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Perotti, esterno argentino di rientro in Europa dal Boca. Il calciatore era tra i possibili crack di qualche anno fa, salvo poi deludere tutti a Siviglia. Potrebbe essere l’anno della svolta col Grifone.

HELLAS VERONA

  • DA PRENDERE: ridimensionata dal mercato la rosa di Mandorlini che però non si vuole fermare all’ottima annata scorsa. Da prendere sicuramente Marquez e Toni, due elementi avanti con l’età ma che possono sempre fare la differenza. Interessanti anche gli esterni d’attacco Juanito e Jankovic che nel gioco di Mandorlini potrebbero fare grandi cose.
  • INCOGNITE: la difesa non fa impazzire, al di là di Rafa Marquez. Agostini, Moras e Martic completano, per ora, il reparto a cui servono altri due uomini.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Jacopo Sala, già nello scorso anno ha fatto vedere ottime qualità e quest’anno, con l’addio di Iturbe, potrebbe vedere maggiormente il campo.

INTER

  • DA PRENDERE: Nemanja Vidic è sempre un grande difensore e dunque può essere un ottimo colpo. Con lui anche Nagatomo, di aiuto anche sotto porta, e senza dimenticare l’attacco, con Icardi pronto al boom e soprattutto Osvaldo e Palacio che potrebbero dar vita ad un’annata felice per i nerazzurri. Occhio anche a Hernanes, sempre titolare.
  • INCOGNITE: Medel non è il centrocampista ideale per il campionato italiano, almeno a vedere il suo palmares. Sempre duro nelle entrate, sconsigliato in sede d’asta visto l’enorme numero di gialli che ogni stagione racimola. Convince poco anche Juan Jesus.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Dodò può diventare estremamente utile per gli uomini di Mazzarri. Il giovane brasiliano, ex Roma, può dare cambio spesso a Nagatomo.

JUVENTUS

  • DA PRENDERE: difficile pensare a qualcuno da non prendere in una Juve vincente per tre anni di fila. Spicca sicuramente uno come Tevez che in chiave fantacalcio può essere utile non solo per i gol ma anche per assist. Da prendere anche Gigi Buffon che mostra sempre affidabilità, oltre a Pirlo ed Evra, tipici esempi di “usato sicuro”.
  • INCOGNITE: Bonucci e Marchisio sicuramente sono le maggiori incognite della Juve, anche considerando il cambiamento di mentalità con Massimiliano Allegri. Difficile anche pensare di poter puntare su Giovinco.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Simone Pepe può essere l’elemento sorpresa della nuova Juve di Allegri. Gol a Singapore e sicuramente voglia di dimostrare la rabbia e la voglia che in questi due anni non ha potuto mettere in mostra.

LAZIO

  • DA PRENDERE: tanti cambi nella Lazio, ma con Pioli sono tanti gli elementi da monitorare. A partire dal mai domo Klose, ma senza dimenticare i nuovi Basta e Parolo, pronti a dimostrare il loro valore in biancoceleste. Non dimentichiamo anche il difensore de Vrij, ottimo Mondiale per lui e utile anche in chiave gol. Importante Candreva, colpo da novanta per assist e gol.
  • INCOGNITE: Ledesma e Biglia sono chiamati al riscatto, ma anche Cana in difesa non convince, perciò si aspettano le ultime ore di mercato per sistemare le cose.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: l’attenzione è sull’attaccante Djordjevic, che potrebbe sfruttare alla grande le chance derivate da un Klose che non garantisce tutte le gare della stagione.
  • Balotelli Milan
    Balotelli SI’ o NO? L’attaccante cerca il riscatto

MILAN

  • DA PRENDERE: Balotelli può essere un grande colpo, anche considerando che è tiratore di piazzati. Bene potrebbe andare anche El Shaarawy, oltre alla coppia centrale Alex-Rami che promette anche qualche gol da realizzare oltre che evitarli. Potrebbe essere l’anno buono anche di Menez, ancora inespresso come talento assoluto.
  • INCOGNITE: il centrocampo roccioso di Allegri potrebbe essere un ricordo, per cui occhio a De Jong e Muntari, due che prendono valanghe di ammonizioni durante una stagione. Attenzione va fatta anche all’acquisto di Diego Lopez, ottimo portiere ma ancora da vedere l’affidabilità.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: De Sciglio. Può essere senza dubbio la sua stagione, magari sperando in un destino migliore di quello dello scorso anno, con infortuni che lo hanno sempre tenuto fermo ai box.

NAPOLI

  • DA PRENDERE: senza dubbio Higuain è il pezzo forte di una squadra che non vede grosse variazioni rispetto allo scorso anno. Può essere importante anche l’acquisto di uno tra Mertens e Callejon che garantirebbe un buon numero di assist e gol. In difesa il migliore può essere Raul Albiol, classico difensore scuola spagnola con spinta offensiva.
  • INCOGNITE: da vedere bene Ghoulam e Maggio, i due terzini chiamati a dare una svolta anche in Champions League. Attesa anche per Jorginho che deve dimostrare di valere l’investimento dello scorso anno.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: il giovane Koulibaly ha impressionato nel pre-campionato e c’è chi scommette sul fatto che toglierà sicuramente il posto ad un eventuale sostituto di Fernandez.

PALERMO

  • DA PRENDERE: forse per la prima volta delle varie esperienze in A dei siciliani, nessun investimento da novanta, ma tante conferme a partire da mister Iachini. La coppia d’attacco Hernandez-Dybala promette spettacolo ai tifosi rosanero, mentre non esalta la fantasia dei sostenitori il centrocampo, eccezion fatta per l’ottimo Vazquez. Buono può essere l’investimento su Munoz, utile anche in attacco.
  • INCOGNITE: il centrocampo, come detto, non vanta elementi di spessore, molte scommesse, oltre a qualche elemento dal passato non illustre in A, come Maresca o Bolzoni.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: il nome di Andrea Belotti inizia a finire sui taccuini di top club europei. Parte dalla panchina, ma non è da escludere che nel corso del campionato riesca ad inserirsi bene nelle gerarchie di Iachini.

PARMA

  • DA PRENDERE: in una rosa in cui ancora brucia l’esclusione dall’Europa League sono diversi gli elementi che possono esplodere quest’anno. Utile puntare su gente come Paletta e Cassano, ma attenzione anche a Biabiany, qualora non parta. Occhi puntati anche sul centrocampista argentino, Mauri, erede di Parolo in mezzo al campo.
  • INCOGNITE: Belfodil dovrebbe restare, ma di certo non entusiasma i tifosi del Parma. Marchionni anche in questo precampionato non è apparso al top, quindi ipotizzabile che in mezzo al campo sarà bagarre.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: può tornare utile Galloppa, ancora in cerca di rivincita dopo qualche infortunio. Se torna quello visto a Siena qualche anno fa i tifosi possono stare tranquilli che assist e gol non mancheranno.
  • Roberto Donadoni
    Roberto Donadoni, chiamato a continuare quanto di buono fatto al Parma l’anno scorso.

ROMA

  • DA PRENDERE: anche qui, come la Juve, difficile dire chi prendere in particolare, anche se appare senza dubbio conveniente l’investimento Gervinho, i cui assist possono dare soddisfazioni a qualsiasi fantallenatore. Iturbe, Cole e Pjanic sono elementi da top club europeo e che possono certamente fare molto bene.
  • INCOGNITE: Emanuelson e Ljajic non appaiono in gran forma e soprattutto potrebbero non avere grosse chance nella formazione di Garcia, seppur si consideri anche l’impegno in Champions League.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Ucan, centrocampista che può davvero stupire tutti e su cui i giallorossi hanno fatto un investimento.

SAMPDORIA

  • DA PRENDERE: Gabbiadini, Viviano, Regini e Bergessio sono i top player di una ottima rosa come quella doriana. I genovesi possono essere la rivelazione della stagione e i quattro sopracitati potrebbero letteralmente esplodere.
  • INCOGNITE: Palombo dà il cuore per la sua squadra, ma la scorsa stagione non è stata esaltante. Anche Fornasier è sotto gli ochi della critica, può essere una scommessa, ma fin qui non si è visto granché.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Soriano può diventare uomo chiave di una Sampdoria sempre alla ricerca di un erede di Palombo.

SASSUOLO

  • DA PRENDERE: i due nuovi terzini sono senza dubbio ottimi investimenti, ossia Vrsaljiko e Peluso. Occhio anche al tridente Berardi-Sansone-Zaza, pronto ad esplodere quest’anno. In difesa si registra il ritorno di Terranova, centrale goleador nell’anno della promozione.
  • INCOGNITE: a centrocampo non ci sono pezzi da novanta. Biondini non garantisce gol, ma tanti cartellini, così come Chibash, sua alternativa.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: Missiroli potrebbe avere più spazio dopo la buona seconda parte di stagione ad inizio 2013.

TORINO

  • DA PRENDERE: si parte da Quagliarella, garanzia sotto porta, fino ad arrivare ad El Kaddouri, passando anche per Nocerino che oltre a qualche cartellino, potrebbe anche regalare qualche gol in più.
  • INCOGNITE: la difesa, anche per i granata, non è il pezzo forte. Glik racimola cartellini, a volte pesanti al Fantacalcio, Moretti non è il top in difesa, così come Masiello sulla sinistra.
  • POSSIBILE RIVELAZIONE: senza dubbio è Maksimovic uno degli elementi maggiormente indiziati a diventare famoso.

UDINESE 

  • DA PRENDERE: Stramaccioni è pronto a lanciare qualche giovane calciatore nella sua Udinese. Puntare su esperienza, quindi Di Natale o Riera potrebbe essere utile, anche perché si dovrà capire l’impatto dell’assenza di uno come Guidolin. Può far bene anche Bruno Fernandes, senza trascurare Heurtaux che già ha segnato qualche gol nella scorsa stagione.
  • INCOGNITE: il centrocampo è zeppo di nuovi elementi come Guilherme e Widmer, chiamati a rilanciare le ambizioni della formazione friulana. Muriel bisogna capire come sta e tutto sarà più chiaro nelle prossime settimane.

POSSIBILE RIVELAZIONE: Gabriel Silva potrebbe avere una consacrazione definitiva nell’anno in cui non ha rivali sulla fascia.

Leggi anche: