Atalanta-Milan, Inzaghi: “Compatti per sopperire alle assenze”

Intervenuto nella conferenza per il pre-partita tra l’Atalanta e il Milan, Pippo Inzaghi analizza quella che è stata la sua prima annata alla guida del Milan. Molti alti e bassi per l’ex attaccante, forse ancora acerbo per una grande squadra. Certo è che l’allenatore rossonero ha messo tutto l’impegno possibile per portare questa squadra ai livelli che merita, ma alla fine la stagione si è conclusa con un nulla di fatto. Il primo argomento trattato nella conferenza è la trasferta di Bergamo:È sempre emozionante tornare a Bergamo, la gente mi ricorda con affetto, mi fa piacere che l’Atalanta sia salva“.

Pochi lati positivi in questa stagione. Su tanti calciatori solo in pochi hanno raggiunto la sufficienza, tra questi trova spazio sicuramente: “Bonaventura. È una delle cose positive di questa stagione, è un ottimo professionista che lavorerebbe anche 10 ore al giorno, come Honda. Credo resterà tanto tempo al Milan e ci darà grandi soddisfazioni”. Tutt’altro discorso, invece, per De Sciglio, poco utile alla causa Milan in questa stagione: “De Sciglio potrebbe giocare se mi dà garanzie nell’allenamento di oggi. Zaccardo purtroppo è stato espulso, ma in quel ruolo ho anche Poli. Quando siamo compatti riusciamo a sopperire alle assenze”.

Nonostante la stagione no, Pippo Inzaghi vede il lato positivo della stagione, in particolare alcune partite hanno dimostrato che il Milan può essere una vera squadra: “Prima non conoscevo la squadra, ma ora ho il quadro preciso. Dagli errori si impara, ora saprei bene come far tornare il Milan in alto. Questa stagione ha lasciato qualcosa di buono. La miglior partita? Ce ne sono molte: dalla sfida alla Lazio alle vittorie con Napoli e Roma. Anche nell’ultima con il Torino abbiamo giocato bene, non è facile giocare con il Torino se non prepari bene la gara”.

Nella settimana che si sta per concludere molto si è parlato di Carlo Ancelotti come possibile sostituto di Inzaghi sulla panchina del Milan. Così Pippo si è espresso sull’ex Real Madrid: ” Ancelotti è un caro amico e non c’è nessun problema con lui. Questa settimana l’ho vissuta bene, il bello di fare l’allenatore è di avere risvolti positivi e negativi. Se la società deciderà di cambiare, sarò grato al Milan e continuerò da un’altra parte. Altrimenti lavorerò per fare bene”.

ATALANTA-MILAN: PROBABILI FORMAZIONI