Attentato a Parigi: morti allo Stade de France

Attentato a Parigi: si parla di almeno 40 morti allo Stade de France, dove si stava giocando l’amichevole di lusso Francia-Germania. Sono esplose almeno 3 granate e sono deceduti diversi tifosi che lasciavano lo stadio, mentre subito dopo si è deciso di contenere tutti gli spettatori all’interno dell’impianto anche sul terreno di gioco, con un cambio di strategia da parte delle forze dell’ordine, che vogliono evitare una strage e non faranno defluire gli spettatori finchè la zona non sará completamente messa in sicurezza. E altre sparatorie sono avvenute in diverse parti della cittá parigina, con testimoni che parlano di una rivendicazione Isis.

Dopo le prime notizie circa le sparatorie, il presidente Holland, che stava assistendo all’amichevole, è stato subito evacuato dall’impianto. E il bilancio dei morti è di almeno 40 unità, con le granate che hanno ucciso nei pressi dello Stade de France. La partita è stata sospesa per alcuni minuti, poi è stata ripresa ed è terminata col risultato finale di 2-0 per i padroni di casa, ma passa chiaramente in secondo piano. Attacchi che fanno tristemente ricordare il terribile attentato, sempre a Parigi, a Charlie Hebdo, avvenuto soltanto 10 mesi fa.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

Leggi anche: