Aurelio De Laurentiis compra il Bari: le Prime Parole

Il titolo sportivo del Bari Calcio viene al presidente del Napoli. Tifosi soddisfatti della trattativa.

Aurelio De Laurentiis, nuovo patron del Bari Calcio, si presenta così alla consegna del titolo sportivo: “Vorrei un cambiamento epocale. Il Napoli non esisteva più, io l’ho preso nel 2004 e l’ho fatto rinascere. Ma Bari e Napoli saranno due mondi differenti. Ho iniziato a lavorare da stamattina, Galli sarà il responsabile del settore giovanile“.

Per La Bari i momenti buii sono finiti, forse e i tifosi si sono da subito mostrati fiduciosi nel Patron del Napoli. Il sindaco barese, Antonio Decaro, ha annunciato martedì dinanzi ai cronisti in sala stampa. De Laurentis, invece, si è presentato nella sala consiliare da nuovo patron, accompagnato dall’avvocato Grassani e da Guido Baldari.

Cosa hanno detto Decaro e De Laurentiis

Prime strette di mano con Decaro: “Presidente, le consegno ufficialmente il titolo sportivo del Bari“. Queste le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis, apparso ambizioso e sicuro della sua strada. “Il Bari ha una storia di 110 anni, ci sono state stagioni belle e altre meno in questi anni. Ora voglio una cavalcata per tornare in A, e anche lavorare sulle regole che non permettono di avere due squadre in A con la stessa proprietà. Vogliamo un cambiamento epocale

Infine una similitudine tra cinema, caro al patron, e pallone firmata De Laurentiis: “Un titolo per questo film? ‘Che ne sarà di noi’, che parla dei giovani e della maturità per affrontare la vita. Oppure ricordo ‘Il Gladiatore’, può essere un altro esempio. Al mio segnale, scatenate l’inferno. I colori del nuovo Bari saranno il bianco e il rosso, quelli delle crociate e della lotta. Bisogna lavorare per riportare il Bari in Serie A, ma non secondo le solite regole, bisogna cercare di rivoluzionarle“.