Bayern Monaco-Juventus 4-2, Gazzetta dello Sport: “Coman decisivo”

VOTA QUESTA NOTIZIA

Kingsley Coman è stato uno dei protagonisti della gara di ieri fra Bayern Monaco e Juventus. Secondo la Gazzetta dello Sport, il giovane calciatore francese è stato decisivo nel successo per 4-2 dei suoi nella gara di ritorno degli ottavi di Champions League. Il giovane classe ’96 ha giocato un finale di gara da veterano, rivelandosi un fattore per i bavaresi sull’out di destra. Prima ha servito a Muller il cross per il 2-2. Poi, sul 3-2 per il Bayern, dopo una progressione palla al piede da metà campo, ha lanciato Robben in porta per il definitivo 4-2.

Un doppio rimpianto dunque per la Juve, affondata da quello che poteva essere uno dei suoi calciatori più talentuosi. A inizio stagione,infatti, Coman vestiva ancora la maglia bianconera e godeva della stima di Allegri, che in più di un’occasione lo aveva preferito a Dybala, compresa la partita di SuperCoppa Italiana.

Poi, inspiegabilmente, la dirigenza bianconera ha deciso di cederlo al Bayern: prestito biennale a 5 milioni di euro per la prima stagione e due per la seconda, con riscatto fissato a 21 milioni. Per un totale di 28 milioni di euro, la Juventus si è privata di uno dei calciatori più talentuosi del suo organico, che a soli 19 anni ha margini di miglioramento inimmaginabili. Coman si è ampiamente preso la sua rivincita nella partita di ieri sera, e le dichiarazioni di fine partita lo dimostrano: “Non posso essere considerato un rimpianto. Ora sono del Bayern, se avessi giocato con la Juve, avrei vissuto la serata in modo completamente diverso. La mia crescita? Gioco in un paese che ha una mentalità diversa, per questo sono venuto qui”.

BAYERN MONACO-JUVENTUS 4-2: GLI HIGHLIGHTS