Benzema-Valbuena, Ricatto non confessato dall’Attaccante

VOTA QUESTA NOTIZIA

Nella serata di ieri, Karim Benzema è stato fermato ed arrestato dalla polizia di Parigi, dopo aver ammesso, dinanzi ai giudici, di essere coinvolto nel video-ricatto, che ha danneggiato l’immagine di Valbuena e ha visto finire in manette l’ex attaccante della Lazio Cissè.

Il numero 9 del Real Madrid ora rischia fino a 5 anni di reclusione, ma la domanda rimane un’altra: il franco-algerino ha davvero confessato tutto? A smentire quanto diffuso in mattinata, è stato proprio il legale dell’attaccante della Nazionale di Deschamps, Sylvain Cornier: “Non ha preso nessuna parte nel tentativo di ricatto. Dimostrerà la sua buona fede in questa vicenda e spero al più presto possibile. L’ipotesi di una sua partecipazione non ha senso. E’ stato riconosciuto come un sospettato”.

Sono attesi aggiornamenti già nelle prossime ore, ma questa vicenda sembra destinata a non risolversi nel breve, considerando le parti in causa e l’impatto mediatico che, naturalmente, ha avuto la notizia.

Intanto, Valbuena e Benzema non saranno chiamati dal loro ct in occasione delle amichevoli di lusso contro Inghilterra e Germania. Al loro posto, ci saranno Ben Arfa e Gignac, reintegrati nella rosa dei Bleu dopo un lungo periodo di assenza.

Leggi anche –> Cissè Arrestato, Estorsione ai Danni di Valbuena

Leggi anche –> Benzema arrestato per video-ricatto a Valbuena