Berlusconi-Milan: “Donnarumma il Futuro e Totti dirigente della Roma”

E’ un Silvio Berlusconi a tutto campo, da Donnarumma a Totti, quello che parla ai microfoni di Tele Radio Più. Il presidente del Milan ieri si era soffermato su Donnarumma e categoricamente aveva detto: “Non lo vendo”. Infatti il Cavaliere vuole ripartire da lui per costruire un Milan vincente ed essendo un giovane promettente ha già messo le mani davanti a chi vuole sfilarglielo. In effetti le pretendenti in mezza Europa ci sono e Berlusconi non vuole perderlo.

Oggi invece Berlusconi si è soffermato in particolare su Totti e sul suo rapporto con la Roma non proprio idilliaco tanto che Pallotta avrebbe rifiutato di rinnovargli il contratto da calciatore per un anno gratis perché lo vuole dirigente. E il cavaliere concorda: “Penso che lui debba trovare il modo migliore per stare vicino alla Roma, magari come dirigente per i settori giovanili”. Restando in tema derby si è soffermato sul difficile rapporto di Lotito con i tifosi della Lazio: “Il presidente di una squadra di calcio non è il padrone della squadra: quella appartiene a tutti i tifosi. Mi auguro che Lotito possa recuperare il dialogo con loro”.

Leggi anche: