Berlusconi non vuole vendere il Milan: "500 milioni? Non scherziamo!"

Silvio Berlusconi e il Milan, un binomio che negli ultimi anni sembrava essere indissolubile e che in queste settimane sembra possa realmente andarsi a concludere con l’eventuale arrivo di investitori dall’Oriente, ma non solo. Di qualche giorno la notizia di una ricca offerta (510 milioni di euro) da parte del 761° uomo più ricco al mondo, Peter Lim, che vuole acquistare la squadra rossonera e ripercorrere quanto successo per i cugini nerazzurri con Erik Thohir.

Ma a porre il no definitivo alla cessione e la smentita alle trattative, che in realtà sembrano essere ben avviate con investitori orientali, ci ha pensato prima la Fininvest, azienda della famiglia Berlusconi, mediante il sito ufficiale del Milan, e successivamente lo stesso patron rossonero, ospite alla trasmissione di Rai Uno, Porta a Porta, in cui ha affermato: “Vendere il Milan? Non ci penso, e inoltre non vale 500 milioni di euro. Il valore reale? Non scherziamo sulle cose sacre”.

Dunque il patron vuole mantenere il controllo della squadra con cui ha raggiunto il tetto d’Europa e del mondo ma, al di là delle smentite di facciata, sembra proprio che nuovi investitori non potranno mancare, anche perché i contatti di Barbara Berlusconi in Oriente durante il viaggio di qualche settimana fa sembrano essere diventati molto fitti e continui.

Leggi anche: