Dopo l’operazione a Silvio Berlusconi parla il fratello Paolo, che gli ha fatto visita stamane.

Paolo Berlusconi parla delle condizioni del fratello Silvio a Milan Channel: “Dopo alcune giornate di angoscia in seguito allo scompenso cardiaco, abbiamo vissuto delle giornate di attesa dell’intervento. È stata un’operazione di routine, ma comunque molto delicata visto che è stato operato a cuore aperto. Siamo stati sempre tranquilli perché Silvio era nelle mani di un’equipe di medici molto bravi. L’intervento è andato bene, questa mattina è stato svegliato ed è nelle migliori condizioni post-operatorie. Ho parlato con lui, mi sono commosso per alcune cose che mi ha detto. L’ho trovato molto lucido, ha ringraziato tutti per il grande affetto. Prossimamente, ci siamo imposti di stargli molto vicini nel periodo di convalescenza per fargli capire che ora deve pensare soprattutto a sé stesso”.

L’intervista è continuata parlando dell’operazione: Paolo ha vissuto serenamente l’episodio grazie alla sua totale fiducia nei medici e alla consapevolezza della forza che possiede il fratello. È comunque grato alle manifestazioni d’affetto ricevute, soprattutto quelle provenienti dai tifosi dell’amato club del cavaliere.

Sul Milan e quello che ne sarà del club: “É assolutamente legato al Milan, se deciderà di cedere il club lo farà solo a condizione di cederlo a un soggetto in grado di far tornare la squadra ai fasti del passato, anche rinunciando ad una quota economicamente importante se questa verrà investita per rafforzare la squadra. I tifosi rossoneri devono stare tranquilli, se lo cederà lo farà solo a chi è in grado di farlo tornare grande. Se invece deciderà di tenerlo servirà un po’ di tempo per ricostruire un Milan italiano e riportarlo in alto”.

LEGGI ANCHE: