Birindelli da eroe del fair play alla squalifica di un mese per proteste

Basta davvero poco per passare dalle stelle alle stalle. Ed è quello che è successo ad Alessandro Birindelli. L’ex calciatore della Juventus, attualmente tecnico degli esordienti del Pisa, al termine della partita con il Migliarino che ha appena battuto 3-1 i suoi ragazzi si produce in “…reiterate e concitate proteste a fine gara nei confronti del direttore di gara verso il quale, nonostante l’esplicito richiamo a calmarsi, tiene anche comportamento irriguardoso”.

Un comportamento che è costato all’ex difensore una squalifica di un mese, fino al 23 aprile 2014. Lo stesso Birindelli però solo lo scorso dicembre aveva avuto gli onori della ribalta nazionale per aver ritirato la sua squadra dopo una lite tra genitori sugli spalti e per questo aveva ricevuto il premio speciale al Pegaso d’oro della Regione. Un gesto da buon padre di famiglia a cui aveva fatto seguito il mese dopo per aver rinunciato a un rigore che non c’era.

Leggi anche — > Violenza Calcio Giovanile, Maxi Rissa a Napoli: dieci espulsi