Bologna, Ballardini a rischio esonero dopo la sconfitta contro l’Atalanta

E’ un Bologna sempre più in crisi e ormai invischiato fino all’osso nella lotta per non retrocedere. Dopo la sconfitta di ieri contro l’Atalanta è partita la contestazione del pubblico rossoblù nei confronti del presidente Guaraldi, ma a pagare potrebbe essere il tecnico Ballardini. Il numero uno bolognese ha sempre difeso l’allenatore, anche perché le soluzioni per la panchina sono ridotte al lumicino, ma a questo punto potrebbe pagare proprio lui così da mettere una testa in pasto ai tifosi.

Ballardini però sembra abbastanza tranquillo e al termine del match ha commentato così la sconfitta: “L’Atalanta è in un ottimo stato di forma. Abbiamo dato tutto quello che potevamo dare, ma non siamo stati bravi a concludere. Per questo non ho nulla da rimproverare alla squadra. Aspettiamo il risultato delle altre ma ad oggi siamo ancora sopra a tre squadre”.

Davvero poco per una squadra costruita per non soffrire e che si ritrova molto giù rispetto agli obiettivi prefissati a inizio stagione. Ballardini però pensa al futuro nonostante la sua posizione sia in bilico: “Dobbiamo pensare alle partite che abbiamo davanti e cercare punti su ogni campo. C’è ancora la possibilità di rimediare per l’impegno e la serietà di questi giocatori. Ne usciremo”.

Leggi anche — > Gol Bologna-Atalanta 0-2 Video Highlights e Sintesi

Leggi anche — > Esonero di Ballardini rimandato: ma il Bologna valuta alternative