Si è appena conclusa la partita tra Bologna e Milan, il risultato finale è di 0-1, con i rossoneri che hanno portato a casa una difficile vittoria contro una squadra sempre ostica ed in salute. Ecco le parole di Cristian Brocchi a fine gara, rilasciate a Mediaset Premium.

Il risultato prima di tutto, anche se senza il gioco sperato e voluto:

“È normale che voglia un Milan che faccia di più – ha dichiarato Brocchi – ma l’obiettivo numero uno era la vittoria. Abbiamo portato a casa tre punti importanti”.

Non è facile tirare fuori il massimo dai giocatori in così poche partite:

“Non è un compito facile, lo sapevo prima e lo so adesso, ma penso che lo sapessero un po’ tutti. Voglio cercare in poco tempo di tirare fuori il meglio da ciascun calciatore. Ognuno di loro deve dare di più di quello che ha dato fino a oggi. I ragazzi mi stanno dando segnali importanti, ma è difficile dare una impronta importante dalle prime partite. Tutte le squadre hanno difficoltà, le abbiamo anche noi. Il mio è un lavoro tecnico-tattico ma anche psicologico, un allenatore deve allenare più aree. Ho un mio pensiero e sto cercando di lavorare su quello. Devo fare di necessità virtù e lo sto facendo con entusiasmo e voglia”.

Paradossalmente, da quando il Bologna si è ritrovato in 10, la squadra ha iniziato a peggiorare:

“Quando sono rimasti in dieci abbiamo creato troppa densità centrale. Faticavamo, perché la manovra era lenta e non trovavamo spazi. Nella ripresa abbiamo allargato Honda e Luiz Adriano e penso che sia stata una mossa giusta, che ci ha dato più equilibrio e maggiori possibilità di giocata”.

LEGGI ANCHE:

Bologna-Milan 0-1: un cartellino rosso evita una brutta serata ai rossoneri

Pagelle Bologna-Milan 2015/16, finisce 0-1: rigore di Bacca