Bonazzoli ad Inter Channel: "Mazzarri tiene a noi giovani"

A poche ore dalla partita di Guinness Cup 2014, che i nerazzurri disputeranno questa notte contro il Manchester United, ha rilasciato un’intervista ad Inter Channel il giovane Federico Bonazzoli, in cui ha parlato dell’esperienza americana, dei compagni e di Walter Mazzarri. Proprio riguardo il tecnico di San Vincenzo, Federico parla così: “Vuole farci capire che siamo una grande squadra. Tiene a noi giovani, ci sta facendo capire tante cose, mi ha dato una grande opportunità. Se sono qua è anche merito suo e lo ringrazio, come ringrazio anche la società. Io proverò a mettermi a disposizione della squadra”.

Riguardo la possibilità che ha avuto di allenarsi con la rima squadra a Pinzolo e di partecipare alla tournée americana, invece, Bonazzoli è incredulo:  “Sinceramente mi vengono quando mi alleno qui quotidianamente, essere qui è una cosa incredibile, voglio godermi ogni singolo momento. L’importante è esserci stato contro il Real, anche se per poco, contro una grande squadra. Soprattutto mi porterò dentro aver giocato con la squadra per cui tifavo fin da bambino, l’Inter. E’ tutto bello, quello che ho vissuto con il Real lo vivevo alla play station, avevo Bale e lo comandavo e invece l’altro giorno era lì e lo vedevo giocare. Ricorderò tutto, la partita, l’atmosfera negli spogliatoi, il momento quando il mister ha deciso di farmi giocare. Ora penso a fare bene qui, ma andrò anche in Primavera senza alcun problema, deciderà la società”.

Federico Bonazzoli

Qualche parola spesa anche per la Primavera nerazzurra, categoria alla quale tornerà non appena finirà la Guinness Cup: “Possiamo far bene, ci siamo noi ’97 e i ’96. Abbiamo fatto esperienza, ma la scorsa stagione non è andata molto bene, quest’anno speriamo vada meglio. Allenatore? Visto solo a Pinzolo, ma mi sembra una persona in cambia, potrà far bene sicuramente, viene da una notevola esperienza. Il salto tra la Primavera e la Prima Squadra è il salto più netto che si possa fare nelle giovanili, trovi campioni del mondo, d’Europa, gente che gioca da tanto in Serie A. Poi un po’ di ritmo lo prendi allenandoti quotidianamente con loro. Se non ci sei con la testa è dura, i piedi servono, ma ci vuole umiltà, bisogna lavorare duro ogni giorno”.

Infine, parla dei suoi compagni Kovacic, Icardi e Vidic. Riguardo il croato: “Poteva giocare con i grandi da quando aveva 5 anni secondo me, penso sia un fenomeno. Fa dei passaggi che non si vedono nemmeno con quattro occhi”. Su Maurito. “Oltre ad essere un calciatore strepitoso è un ragazzo eccezionale, a Pinzolo mi ha aiutato tanto. Io provo a prendere questi campioni da esempio”. Bonazzoli conclude l’intervista ad Inter Channel con qualche dichiarazione sul serbo:  “Motivo di orgoglio essere qui tra questi campioni. Essere marcato da un campione come Vidic ti fa imparare tanto”. 

Leggi anche -> Notizie Inter, Vidic: “Thohir mi piace per la sua energia”

Leggi anche -> Inter 2014-2015, Vidic: “Obiettivo Champions League”