Montella contro la VAR: “Bonucci non andava espulso”

Il tecnico del Milan polemico contro la Var che ha causato l'espulsione di Bonucci

“Bonucci non andava espulso”. Al termine di Milan-Genoa, terminata per 0-0, Vicenzo Montella non ha nascosto tutto il suo disappunto verso la VAR, che oggi ha determinato l’espulsione di Bonucci nel primo tempo. La squadra rossonera è stata costretta a giocare per buona parte della gara in dieci, cogliendo un pareggio non certo buono per la classifica.

Ecco le sue parole ai microfoni di Mediaset Premium: “È un momento particolare, nelle ultime tre gare di campionato abbiamo perso o pareggiato pur dimostrando di esserci. Oggi meritavamo di vincere, perché abbiamo creato anche in inferiorità numerica: adesso va così, ma siamo rimasti uniti e così deve essere anche nelle prossime partite”.

Sull’espulsione di Bonucci: “Il giocatore è rimasto sorpreso, cercava di liberarsi in area in una situazione offensiva, non stava guardando l’avversario: lo prende, sì, ma credo che non volesse commettere una scorrettezza, si stava posizionando, sapete quanti gol ho segnato io in situazioni del genere?”.

Quindi prosegue: “Le situazioni di campo non possono diventare televisive, la Var andrebbe rivista. Io penso che se Bonucci non avesse causato una ferita all’avversario, non sarebbe stato espulso. Leonardo era dispiaciuto, lo ha detto a tutti, purtroppo sta succedendo di tutto, stiamo pagando ogni cosa in questo momento”.

Sul suo possibile esonero: “Io mi sento l’allenatore del Milan e sono felice di esserlo. Devo pensare a lavorare in vista  per la prossima partita, ci tengo a fare i complimenti ai miei giocatori che hanno fatto una buona prestazione pur giocando in 10 per 70 minuti. Io sento la fiducia della società, poi per carità, stiamo tutti sotto al cielo…”.