Borussia-Juventus, Allegri: “L’atteggiamento è fondamentale”

Quando mancano ormai 24 ore al calcio d’inizio della sfida con il Borussia M’gladbach, ha parlato in conferenza stampa Massimiliano Allegri, che ha commentato così il trend positivo dei tedeschi, capaci di vincere 6 delle ultime 8 partite: “Affrontiamo una squadra che è in un ottimo momento di forma. Hanno vinto 6 partite di campionato, vinto un match di Coppa e pareggiato con noi, quindi è normale che siano molto sereni”.

Una Champions che sembra molto più livellata rispetto all’anno scorso. Questa Juve dove può arrivare? “Ogni volta che giochi la Champions la giochi per vincere. Visto che non riusciamo a vincere due partite di fila in campionato, conviene fare un passo alla volta anche in Champions. Dobbiamo chiudere al più presto il discorso qualificazione, perchè niente è ancora deciso e non possiamo rischiare di uscire. L’anno scorso arrivammo in finale perchè avevamo l’organico al completo e venivamo da un buon periodo di forma”.

Qual è il “modulo Champions”? “Non è il modulo a fare la differenza, ma l’atteggiamento. Dipende anche dalle caratteristiche dei giocatori che uno ha disposizione. Quando abbiamo cambiato schema di gioco, lo abbiamo fatto solo in base alle qualità e alle caratteristiche dei nostri giocatori”.

Basta con questa altalena di risultati: “E’ normale che quando cambi 10 giocatori ci voglia tempo per trovare la giusta quadratura. In alcune occasioni è stata colpa nostra, perchè siamo scesi in campo senza voglia e non mettendo in mostra un bel gioco, altre volte siamo stati pochi fortunati. La fortuna, però, devi portarla anche dalla tua parte, come è successo sabato: con il Torino abbiamo vinto perchè c’abbiamo messo più cattiveria dei nostri avversari”.

Cos’è cambiato rispetto all’anno scorso? “Rispetto all’anno scorso è cambiato molto. Siamo ripartiti da zero, quindi dobbiamo essere bravi a lavorare bene e a fare risultati importanti, per cercare di arrivare in fondo in campionato ed entrare almeno tra le prime 8 d’Europa. La Champions è molto diversa dalla Serie A, contano diversi fattori”.

Dubbi di formazione: “Ho un po’ di dubbi, non ho ancora deciso. Hernanes può giocare, ma sono ancora molto indeciso. Lichtsteiner? Non gioca da un mese, ma è a disposizione. Potrà venire in panchina, oppure giocherà…”.

Come giocherà la squadra di Schubert? “Conosciamo bene i loro giocatori. Sono molto veloci e tecnici, quindi dovremo stare attenti alle loro ripartenze. Allo stesso tempo, loro non sanno come giocherà la Juventus, ma sono sicuro che sarà una partita simile a quella dell’andata, tosta e molto equilibrata”.

BORUSSIA-JUVENTUS: PROBABILI FORMAZIONI