Brasile-Olanda 2014, Scolari: Nessuna vergogna per questo Mondiale

Felipe Scolari ha parlato alla vigilia della finalina con l’Olanda per il 3°/4° posto del Mondiale 2014 in Brasile. Naturalmente al centro degli argomenti della conferenza stampa c’è stata più la sconfitta con la Germania che la prossima gara contro gli olandesi. Il ct brasiliano comunque si è detto soddisfatto della Coppa del Mondo disputata e che non prova nessuna vergogna per quanto accaduto.

L’immagine della Seleçao è stata rovinata da un risultato catastrofico, ma i tedeschi sono stati superiori a noi e non abbiamo nulla di cui vergognarci. Abbiamo comunque fatto un buon lavoro“. E’ stato il commento alla partita del ct brasiliano alla sconfitta contro la Germania per 1-7, che poi ha continuato dicendo: “Del mio futuro parlerò dopo la partita con l’Olanda. E’ svanito il sogno della finale e dobbiamo accontentarci di un sogno più piccolo. La sconfitta è stata brutta, quei sei minuti sono stati una specie di crollo nervoso, se sapessi che cosa è successo ve lo direi ma non lo so. Non ci aspettavamo una sconfitta così catastrofica, però dovremmo anche ricordare che la squadra ha raggiunto la semifinale per la prima volta dal 2002“. Scolari forse si dimentica che il Brasile però a differenza delle ultime edizioni citata giocava in casa davanti a milioni di propri tifosi.

Scolari poi conclude la conferenza con queste parole: “La vita va avanti e questi giocatori continueranno a dare tutto per il Brasile. Il 70 per cento di loro sarà ancora nella Seleçao per il Mondiale 2018, con una mentalità differente“. Loro ci saranno, Scolari sarà ancora con loro? Difficile.

Leggi anche : Brasile-Olanda, Probabili formazioni e diretta tv