Cristian Brocchi parla anche della brutta reazione di Carlos Bacca dopo la sostituzione, avvenuta alla mezz’ora del secondo tempo. Nessun dramma secondo l’allenatore rossonero, solo uno sfogo dovuto all’adrenalina della partita.

“Sicuramente era in trance agonistica in quel momento – spiega Brocchi a Mediaset Premium – E’ stata una reazione a caldo da stigmatizzare che non succederà più. Mi spiace che solo che non ha dato la mano al suo compagno”.

Il cambio viene giustificato pienamente: in quel momento della partita le caratteristiche di Bacca non potevano essere utili ad un Milan ingabbiato dall’avversario. Menez avrebbe potuto invece garantire superiorità numerica saltando l’uomo:

“In quel momento avevo bisogno di un giocatore che sapesse dare una mano nell’uno contro uno. Andavamo a sbattere contro la difesa avversaria e Menez poteva garantirmi quello”.

Peccato però che il risultato non ha dato i risultati sperati. Menez ci ha provato, ma gli avversari hanno creato un vero e proprio muro davanti alla porta e gli spazi sono diventati davvero strettissimi.

LEGGI ANCHE:

Milan-Carpi 0-0: Le pagelle dei rossoneri

Milan-Carpi 0-0: brutto debutto per Brocchi a San Siro