Bryan Cristante: il giovane talento ai margini del Milan

Il Milan negli ultimi tempi sta sfornando una nidiata di giovani talenti, come De Sciglio che gioca in pianta stabile in Prima Squadra, o altri come Bryan Cristante. Proprio quest’ultimo è il fiore d’occhiello della compagine rossonera, giocatore di grande qualità, abilissimo sui calci piazzati: molte realizzazioni su punizione hanno portato in dote tante vittorie alla Primavera rossonera. Le sue doti lo hanno portato a vincere, nell’ultimo torneo di Viareggio, il premio Golden boy. Suo è anche il goal splendido che fece al Barcellona in Youth League.

Il giocatore però quest’anno, ad eccezione di qualche amichevole, è stato impiegato poco da mister Allegri. Purtroppo risulta essere una prerogativa solo in Italia, a differenza degli altri paesi europei, utilizzare sempre poco i giovani. Sono infatti oggi poche le eccezioni a questa regola cosi discutibile, la maggior parte di loro vanno a giocare in categorie inferiori o vengono lasciati a marcire su qualche panchina. All’estero invece i giovani giocano, eccome, perfino in Champions.

Bryan Cristante

Bryan proprio, da questo punto di vista, rappresenta l’eccezione, avendo debuttato in Champions League all’età di soli 16 anni e mezzo. Il ragazzo quindi ha tutte le credenziali per diventare un grande giocatore. Se poi durante la sessione invernale, dovesse aprirsi la possibilità di andare in prestito in qualche squadra disposta a farlo giocare titolare, allora il ragazzo, libero da pressioni, avrebbe la possibilità di mettere all’opera il suo enorme talento esplodendo definitivamente. Speriamo, che in un futuro non troppo lontano, il ragazzo trovi consapevolezza dei propri mezzi per metterli a disposizione magari nel Milan stesso.

Leggi anche-> Niang ceduto in prestito al Montpellier

Leggi anche-> Compleanno Giocatori Milan: Auguri Saponara