Calciatori Inter, Juan Jesus: "Non devo operarmi"

Ospite di InterNos, programma televisivo di Inter Channel, ha parlato il calciatore nerazzurro Juan Jesus, in cui ha risposto a domande e curiosità circa il suo infortunio e non solo.

“Succede, è il mio lavoro, prendo quello che mi è capitato come un’esperienza di vita. Non mi era mai capitato nella mia vita di avere un infortunio, né piccolo né grande, ma sono tranquillo, sto lavorando e sto facendo le terapie per tornare nel migliore modo possibile”. Sono queste le parole del difensore brasiliano ai microfoni del programma tv.

Gli viene, inoltre, mostrato dalle telecamere il fallo ai suoi danni da parte di Lazaros, calciatore del Bologna: “Non le avevo ancora viste, ma è l’avversario che mi è venuto sopra, io provavo a calciare ma lui mi è venuto sopra. Ho sentito subito che si trattava di qualcosa di grave, non piangevo per il dolore ma perché pensavo mi fossi rotto il crociato o il menisco. Poi ho camminato un po’, ho provato a correre ma ho pensato che non potevo rischiare perchè poi magari in un contrasto successivo mi sarei rotto tutto quindi sono uscito subito, grazie a Dio non è qualcosa di bruttissimo”.

Circa l’operazione, invece, è ottimista. Basterà il tutore:  “E’ solo il collaterale e può andare a posto da solo, devo tenere il tutore per un mese e dopo si vedrà. Con il tutore sembro Robocop, lo devo tenere 24 ore su 24, lo tolgo solo per fare le terapie e fare una doccia”.

Leggi anche -> Calciatori Inter, Ranocchia: “La Juventus mi lusinga ma voglio rimanere”

Leggi anche -> Calciatori Inter, Samuel: “Voglio giocare ancora per un anno”