Calciatori Milan, Daniele Bonera: ''La maglia va sudata quotidianamente''

Daniele Bonera è tornato a tutti gli effetti  un protagonista  della difesa rossonera. Dopo il recupero dall’infortunio alla rotula rimediato in estate a Valencia, ha ripreso il suo posto tra gli indispensabili di Massimiliano Allegri soprattutto vista la situazione di emergenza attuale in difesa.

Rimasto uno dei pochi superstiti tra le fila degli ormai ex senatori milanisti, in compagnia di Abbiati e del ritrovato Kakà, si dichiara pieno d’orgoglio nell’essere una pedina importante per la causa rossonera: ”Essere importante per la squadra mi riempie di orgoglio – ha dichiarato in esclusiva al Corriere della Sera Mi sono sentito così anche nelle annate in cui ho giocato solo 10-20 partite. Saremo cresciuti quando tutti i giocatori avranno capito che la maglia va sudata quotidianamente. Ci dimostreremmo deboli se ci creassimo degli alibi con questa situazione di trasformazione del club”

In un momento di rivoluzione generale e di cambiamenti di strategie, Bonera dichiara che gli obiettivi restano comunque  sempre gli stessi. “Non possiamo far finta di niente – spiega –  Di certo l’intervento del presidente è stato decisivo per chiarire la situazione. È fondamentale però che ci sia collaborazione fra le parti e che si lavori per il bene del club”.

galliani berlusconi

Dopo la vittoria di Champions League contro il Celtic, il Milan sembra aver imbroccato la strada giusta ma l’attenzione va mantenuta alta per scongiurare rovinosi scivoloni: ”Navighiamo ancora a vista – spiega – Il ritardo in campionato è notevole, non dobbiamo pensare di aver risolto i problemi. Prima di Natale ci attendono due gare affascinanti con Roma e Inter che diranno molto sul nostro reale valore”.

Prosegue con alcune considerazioni sul compagno Mario Balotelli: “Conta il rendimento nelle partite. E se Mario gioca come ha fatto ultimamente basta e avanza”

Conclude poi con un commento a proposito della contestazione dei tifosi nel post-gara di Milan-Genoa,: “Se fossi stato un tifoso mi sarei arrabbiato anch’io. Ma nessuno di noi è scappato dalle proprie responsabilità. Da senatore cosa dico a chi si presenta tardi in allenamento? Quella domenica erano in 2 e non in 5, pagheranno la multa. Detto questo ci sono regole da rispettare. Mica dobbiamo aspettare la gente fuori da Milanello con il fucile spianato”.

Leggi anche -> Galliani a Milan Channel: “C’è correlazione tra infortuni e risultati”

Leggi anche -> Mondiali 2014, Sorteggio Calendari in Diretta Live