Calciomercato 2014: Acquisti, Cessioni e Trattative del Milan

Il Milan vuole tornare ai fasti degli ultimi anni che lo hanno visto sempre partecipe della Champions League e soprattutto una delle squadre che fino all’ultima di campionato cercava di confermarsi nelle zone alte della classifica di serie A: quest anno lo scenario è diverso e il rischio di restare fuori dall’Europa, quanto mai concreto.

Perciò sarà importante far bene in questo mercato di riparazione in cui i rossoneri vorranno certamente dare avvio ad un progetto che si concluderà con Allegri nel prossimo giugno ma che necessariamente dovrà proseguire con il suo successore: presi Honda e Rami, la squadra milanista potrebbe però avere qualche altro elemento dal mercato invernale, soprattutto a centrocampo.

Ma analizziamo reparto per reparto cosa potrà cambiare per il Milan in questo mese:

PORTIERI: l’addio di Gabriel al momento è stato congelato poiché si vuole anche capire quali saranno le intenzioni di Marco Amelia, il quale non è detto accetti ancora di restare da secondo, ma magari vorrà dimostrare altrove di poter essere ancora una prima scelta. In caso Amelia restasse, potrebbe allora profilarsi l’addio del giovane brasiliano che tornerebbe a fine stagione per avere più spazio.

  • CHI LASCIA: Gabriel sembrava prossimo all’addio ed invece potrebbe ritrovarsi a fare il secondo dopo che Amelia ha esplicitamente chiesto l’addio, in modo da giocare e dimostrare di valere ancora come primo portiere.
  • CHI ARRIVA: difficile pensare che il Milan acquisti un altro portiere con l’addio di Amelia, ma magari potrebbe essere scelto un buon giovane da far crescere anche dalla prossima stagione.
  • CERTEZZA: Abbiati resta al suo posto e col rinnovo blinda la porta anche per la prossima stagione

DIFENSORI: con l’arrivo di Rami non ci dovrebbero essere più problemi. Si attende il recupero di Silvestre che finora non ha convinto dal punto di vista fisico: Zapata, Mexes e Bonera sono inamovibili, mentre appare certo l’addio di Cristian Zaccardo che potrebbe addirittura lasciare l’Italia. In bilico anche Constant, dunque non è da escludere l’arrivo di un esterno di difesa che lo possa sostituire; in attesa di decifrare il futuro del terzino ex Chievo e Genoa, congelato l’addio di Emanuelson che sta convincendo Allegri dal punto di vista tecnico.

  • CHI LASCIA: Zaccardo e Constant verso l’addio, in bilico Emanuelson soltanto, che però potrebbe restare fino a giugno in caso di partenza del francese. Da valutare anche Vergara, fin qui oggetto misterioso, e il cui trasferimento alla Reggina è saltato.
  • CHI ARRIVA: difficile fare nomi, ma un terzino arriverà, magari giovane e da far crescere coerentemente con la politica rossonera degli ultimi anni. Sembra ormai impossibile arrivare a D’Ambrosio, ad un passo dall’Inter.
  • CERTEZZA: il centro della difesa è al completo, qualcosa manca sulle fasce dove le uniche certezze sono Abate (fino a giugno) e De Sciglio.

CENTROCAMPISTI: ancora qualcosa potrebbe essere fatto in mezzo al campo, dove il Milan necessita di qualità e non solo di quella sostanza che è costata l’addio a parametro zero di Pirlo. Si cerca un buon centrocampista, low cost che possa adattarsi al gioco di Massimiliano Allegri: Galliani ha praticamente allontanato Fernando (“Arriverà qualcuno che può giocare in Champions”) ma alla fine i rossoneri faranno il possibile per portarlo a Milanello.

  • CHI LASCIA: in diversi pronti all’addio, ma congelati dal Milan che vuole trovare alternative. Nocerino alla fine potrebbe anche restare, ma piace molto al Torino e ad altri club di serie A, oltre a Birsa che è seguito sempre dai granata e da alcuni club francesi. Non è da escludere anche l’addio di Muntari.
  • CHI ARRIVA: non arriverà (a gennaio) Fernando. Si segue un centrocampista di qualità, utilizzabile anche in Champions, ma alla fine potrebbe anche essere più di uno, magari con qualche scambio che permetterà a qualche elemento di troppo al Milan di giocare altrove.
  • CERTEZZA: strano a dirsi, ma l’elemento che fino a una settimana fa era quello con maggiore probabilità di lasciare Milanello, ad oggi è una certezza. Bryan Cristante piace molto ad Allegri che vuole lanciarlo definitivamente in prima squadra da qui a fine campionato, considerando la personalità mostrata nell’esordio contro l’Atalanta. Inamovibili anche De Jong e Montolivo.

ATTACCANTI: l’addio di Niang non fa strappare i capelli a dirigenti e tifosi che ora però vogliono capire chi sarà assieme a Balotelli a creare pericoli alle difese avversarie. Lascerà Milanello un attaccante: che alla fine i rossoneri ne prendano un altro? Magari un talento da “svezzare”?

  • CHI LASCIA: dopo Niang, potrebbe dire addio a Milanello anche Matri. Non convince e i fischi piovutigli addosso contro l’Atalanta sono sintomo di un amore mai nato con i tifosi. Lazio e Samp su di lui: ma non solo, poiché anche Saponara potrebbe dire “arrivederci” in prestito in qualche club di A, e sperando nei pieni recuperi di El Shaarawy e Pazzini che fin qui non si sono visti. Appeso ad un filo anche Robinho, col Besiktas che dopo aver sfiorato l’acquisto di Ronaldinho, vuole provarci anche per il folletto rossonero
  • CHI ARRIVA: nessuno (?). Il condizionale è d’obbligo, poiché gennaio è il mercato degli scambi e qualora al Milan venisse proposto qualcosa di interessante le cose cambierebbero.
  • CERTEZZA: Mario Balotelli è l’unico certo di restare ma soprattutto l’unico vero attaccante della rosa rossonera che in questo momento può fare la differenza. Il rientro di Pazzini sarà fondamentale, mentre si dovrà capire El Shaarawy come continuerà la stagione.

Leggi anche -> Sassuolo-Milan: tutte le notizie ed ultime info

Leggi anche -> Milan, arriva Honda: “Qui si realizza il mio sogno”