Calciomercato 2015-16, i possibili acquisti per un Milan italiano

Qualora la cessione di quote societarie del Milan dovesse saltare, Silvio Berlusconi avrebbe già preparato un piano B per rilanciare il club rossonero e far dimenticare le ultime e difficili stagioni. Infatti il Cavaliere ha in serbo un calciomercato 2015-16 tutto italiano per far si che la squadra consti di giocatori giovani ed al contempo nel giro della nazionale. I nomi sono tanti: Tonelli e Darmian per la difesa, Baselli, Bertolacci e Valdifiori a centrocampo, mentre in attacco si puntano Immobile, Okaka e Belotti.

Tonelli piace parecchio alla dirigenza rossonera: il centrale dell’Empoli ha già messo a segno 5 gol in 25 presenze con la squadra di Sarri, e il prezzo (circa 5 milioni) dovrebbe essere abbastanza agevole per le casse del Milan. Più complicata la pista che porta all’ex Darmian, valutato dal Torino 15 milioni. Bisognerà capire la disponibilità economica del Milan, che come riferito da Berlusconi dovrebbe investire tra i 70 e gli 80 milioni, e la volontà dei granata di privarsi di uno dei migliori giocatori di Ventura.

Bertolacci, dopo l’accordo di massima raggiunto tra Milan e Genoa, potrebbe essere il primo colpo del mercato rossonero. Bisogna però convincere la Roma, che condivide con il Grifone il cartellino del giocatore. Resta viva poi la pista che porta a Daniele Baselli, vicino al Diavolo già a gennaio e per il quale ci sarebbe una “prelazione morale” tra Galliani e i dirigenti dell’Atalanta. Più defilato invece Mirko Valdifiori: il regista toscano è reduce da un’eccellente annata, ma i 29 anni del giocatore lo rendono meno gradito agli occhi dell’ex Premier.

Da monitorare la situazione attaccanti: Mattia Destro, che ha rifiutato un ulteriore anno di prestito, quasi certamente tornerà a Roma. Per questo motivo i dirigenti rossoneri si sarebbero mossi per Immobile, in uscita dal Borussia Dortmund ma del quale non si conosce ancora il prezzo. Attenzione poi ad Okaka, in scadenza con la Sampdoria nel 2016, e a Belotti del Palermo, che resta però un’operazione difficile dopo che il club di Zamparini si è privato di Dybala.

Leggi anche: