Calciomercato Bologna 2013-2014, prima le cessioni poi altri acquisti

Parte il ritiro del Bologna con qualche certezza in più tra i pali e in attacco ma con la necessità di sfoltire la rosa. La parola d’ordine per il Direttore Sportivo rossoblù, oggi, è quella di vendere. Cessioni prima di tutto.

Tra i pali preso Curci, in attacco spazio a Bianchi anche se, senza Gilardino, il reparto avanzato pare nettamente deficitario. Ma la situazione sarebbe tranquilla se fosse confermato Diamanti. Da tempo è nel mirino della Juventus ma, almeno per ora, nessun passo avanti è stato compiuto. Il Bologna di Guaraldi chiede 10 milioni di euro. Prendere o lasciare.

pioli

Intanto, sul fronte cessioni, è urgente risolvere le questioni legate ad Acquafresca, Gimenez, Casarini e Pulzetti che non rientrano nei piani di Pioli. Acquafresca ha richieste in Cina (e pensare che per molto tempo il Napoli provò a portarlo in azzurro). Per gli altri il lavoro è nettamente più complicato.