Calciomercato Inter 2013-2014: Branca e la sua strana strategia

L’Inter 2013-2014 non decolla, almeno sul versante mercato a causa di una strategia ancora non ben chiara ai tifosi e agli addetti ai lavori. Escludendo Icardi, Andreolli, Campagnaro, Botta e Laxalt  che erano stati presi prima del termine della scorsa stagione, la campagna acquisti estiva ha portato in dote il solo Ishak Belfodil. Un pò troppo poco, forse, per una squadra che, almeno a parole, aspira a riscattarsi dopo una stagione che definire buia è poco.

Il principale responsabile di tutto questo è, secondo molti tifosi, il direttore sportivo Marco Branca, del quale molti vorrebbero la testa per la sua inconcludenza sul mercato. Perso Dragovic andato alla Dinamo Kiev (Mazzarri avrebbe fatto carte false per averlo insieme ai difensori attualmente in rosa), sembra sfumato pure Isla. Trattativa fiume, a un passo dalla chiusura ma la Juventus e Marotta hanno (per ora) avuto la meglio con la loro intransigenza: non faranno sconti e se l’Inter vuole il cileno dovrà sborsare tutti i 7,5 milioni richiesti da Madama per la metà dell’ex Udinese. E allora Branca cosa fa? Vira su Wallace, giocatore già nel mirino un anno fa circa e poi finito al Chelsea. Mourinho lo ha ritenuto ancora acerbo e ha avallato la sua cessione in prestito.

Wallace Inter

L’Inter, per storia e prestigio, però non dovrebbe essere squadra che raccoglie i giovani altrui per farli maturare, specialmente se i propri talenti vengono smistati qua e là in prestito oppure relegati alla Pinetina tra panchina e tribuna. Per non parlare della trattativa per Nainggolan, più volte a un passo ma saldamente nel mezzo del centrocampo cagliaritano. Che intenzioni ha l’Inter? Molto passerà da Branca e se la sua strategia continuerà ad essere così controversa sarà pressoché difficile aspettarsi miracoli da Mazzarri.

Leggi anche–> Inter: si può lottare per lo Scudetto?

Leggi anche–> L’Inter e la fascia destra: Wallace?

Leggi anche–> FOTO – La moglie di Sneijder, dopo il video hot il sesso a tre

Leggi anche–> Ufficiale, Silvestre al Milan