Calciomercato Inter 2014-2015, cessione di Guarin si complica

Uno dei capisaldi del calciomercato dell’Inter 2014-2015 doveva essere la cessione di Guarin. Tanti grandi club (Juventus, Atletico Madrid e Manchester United su tutti) avevano manifestato un certo interesse per il colombiano ma, dopo un Mondiale in chiaroscuro, le pretendenti per Guarin sembrano essersi defilate e, a complicare ulteriormente la sua partenza, ci sarebbe anche un ingaggio non troppo basso per chi vorrebbe accaparrarselo. Evidentemente, la decisione dell’Inter di rimandare a fine Mondiale ogni discorso su Guarin non è stato produttivo, forse perché non si immaginavano prestazioni così scadenti del colombiano.

Guarin al momento guadagna 2.7 milioni più bonus, cifra riconosciutagli da Thohir lo scorso marzo con un rinnovo di contratto che lasciava presagire ad una permanenza a lungo termine del colombiano a Milano. Da quel momento in poi, però, Guarin è sparito dai radar: Kovacic gli ha soffiato il posto e nel centrocampo di Mazzarri non sembra esserci posto per lui, che all’inizio della scorsa stagione era considerato un titolare fisso, al punto che il tecnico lo usava in più ruoli (anche seconda punta in casi estremi) pur di non toglierlo dal campo. Inoltre, si è incrinato anche il rapporto tra Guarin e i tifosi, che più volte hanno accompagnato con fischi e insulti le scialbe prestazioni del colombiano durante l’ultima parte della scorsa stagione.

La cessione di Guarin nel calciomercato interista 2014-2015 si complica anche per il rifiuto del colombiano ad alcune eventualità: Guarin non vuole saperne di andare in campionati poco competitivi (Russia o Emirati Arabi, dove ci sarebbero le risorse economiche per convincerlo), non vuole abbassarsi l’ingaggio né ad andare in prestito, preferendo solo trasferimenti a titolo definitivo. In pratica, Guarin ha dettato le condizioni: in caso contrario rimarrà all’Inter senza alcun problema. La situazione di Guarin con l’Inter potrebbe sbloccarsi quando, nel giro di una settimana, il suo procuratore Ferreyra arriverà a Milano per parlare con Ausilio: si cercherà di evitare lo scontro e di trovare una soluzione per il colombiano, il cui mancato addio potrebbe comportare sia problemi allo stesso calciatore che partirebbe da riserva sia alla società, che non potrebbe far leva sui soldi ricavati dalla sua cessione per continuare il proprio mercato in entrata.

Leggi anche–> Guarin-Atletico Madrid, Di Marzio: “C’è l’offerta”

Leggi anche–> Calciomercato Inter, Manchester United su Guarin?

Leggi anche–> Inter, Guarin parte dopo i Mondiali?

Leggi anche–> Tifosi contro Guarin: “Non meriti la maglia”