Calciomercato Inter 2014-2015: i Possibili Acquisti per Giugno

Erick Thohir è stato chiaro: per tornare a vincere ci vogliono grandi giocatori. E proprio su quest’affermazione, il presidente indonesiano e i suoi uomini di mercato vogliono costruire la sessione estiva 2014-2015 del calciomercato dell’Inter. Tanti i nomi sul taccuino, da quelli meno concreti a quelli che sono più di una semplice idea ma tra i possibili acquisti per giugno alcuni nomi sono già in pole. Arriveranno tre rinforzi di spessore, uno per reparto, oltre a Vidic che ha da tempo firmato il suo accordo col club di Corso Vittorio Emanuele.

In difesa, sistemata la zona centrale con Vidic, si punta ad un esterno. Abbandonata la pista Sagna (il francese non rinnoverà con l’Arsenal e al 99% firmerà da svincolato col City) e sfumata ben presto quella di Evra, le attenzioni sono ora puntate su tre nomi: Bernat del Valencia, Alex Sandro del Porto e Criscito dello Zenit. Poco solida per il momento la pista che porterebbe a Fabio Coentrao del Real Madrid. Alex Sandro sarebbe il sogno, ma il Porto chiede intorno ai 18 milioni per liberarsi del suo cartellino: troppi per le casse nerazzurre. Bernat non convince a pieno e per questo, nelle ultime ore, è venuta fuori con insistenza la candidatura di Mimmo Criscito. Il napoletano piace molto a Mazzarri che lo aveva già richiesto quando era allenatore del club di De Laurentiis: i due potrebbero finalmente lavorare insieme a partire dalla prossima stagione.

Domenico Criscito
Mimmo Criscito (Zenit): l’Inter sarà la sua occasione per tornare in Serie A?

L’acquisto più importante, almeno in termini di qualità tecnico-tattiche, sarà quello del centrocampista centrale, ruolo fondamentale nel 3-5-2 di Mazzarri. Nilton, nonostante il susseguirsi di smentite da parte del procuratore e del club di appartenenza del brasiliano, è più che un desiderio, ma nelle ultime ore è venuto fuori con concretezza il nome di Behrami. Già allenato da Mazzarri a Napoli, lo svizzero sarebbe un ottimo rinforzo anche per due motivi aggiuntivi: conosce già bene la Serie A e si inserirebbe alla perfezione nel sistema tattico del suo ex allenatore. Da verificare, invece, quanto siano fondate le voci che vorrebbero l’Inter su Marek Hamsik: l’eventuale arrivo dello slovacco imporrebbe, però, a Mazzarri di ridisegnare tatticamente la sua squadra.

In stand by le operazioni Casemiro e Obi Mikel con Real Madrid e Chelsea. Per il primo c’è da vincere la resistenza del club iberico che non vorrebbe privarsene mentre per il nigeriano dei Blues lo scoglio è prettamente economico. Inarrivabile William Carvalho dello Sporting Lisbona: il 22enne angolano, ma con passaporto portoghese, può essere ceduto solo per una cifra monstre, tra i 20 e i 30 milioni. A queste condizioni, non ci si siede nemmeno per parlarne. Più indietro, le opzioni Sandro del Tottenham, Xhaka del Borussia Moenchengladbach e quella di Adrien Rabiot, 19enne del Paris Saint Germain di cui si parla un gran bene in Francia.

Behrami Svizzera
Valon Behrami (Napoli): il mediano elvetico è l’obiettivo numero uno di Mazzarri per il proprio centrocampo

In attacco, a costo di essere ripetitivi, i nomi sono sempre quelli. Dzeko è il preferito da Mazzarri e da Thohir ma costa tanto, sia in termini di cartellino che come ingaggio da corrispondere al calciatore. Morata piace ugualmente ma Ancelotti e il Real vorrebbero tenerlo, anche per offrirgli la possibilità di continuare a giocare in Champions League. Resta Torres, in prestito con ingaggio parzialmente pagato dal Chelsea. E se tornasse di moda Erik Lamela? Il Coco non è stato mai abbandonato dall’Inter e tornerebbe volentieri in Italia pur di mettere fine alla sua sfortunata esperienza Oltremanica col Tottenham.

Leggi anche–> Inter: tutte le manovre in corso per giugno

Leggi anche–> Inter-Hamsik: clamoroso affare col Napoli!

Leggi anche–> Mazzarri chiede a Thohir un suo ex pupillo

Leggi anche–> Nilton-Inter, il brasiliano: “Ora penso solo al Cruzeiro”

Leggi anche–> Thohir e il mercato: “Grandi acquisti per una grande Inter”