Calciomercato Inter: Possibili acquisti e cessioni per il mercato di gennaio

La sessione invernale di mercato avrà inizio venerdì 3 gennaio, per concludersi il 31 gennaio, ma le società stanno già iniziando a muoversi per preparare i primi colpi: una delle società che, verosimilmente, sarà tra le più attive sia in entrata che in uscita è l’Inter.

La società nerazzurra, infatti, forte del nuovo proprietario e di oggettive carenze in alcuni reparti, ha intenzione di sistemare la rosa e renderla più competitiva secondo le direttive suggerite da Walter Mazzarri. Finora sono state davvero molte le ipotesi di colpi, alcuni delle quali davvero fantasiose, ma solo alcune si potranno concretizzare in trattative reali.

Una prima ipotesi è quello di uno scambio tra Inter e Milan, ormai quasi un’abitudine, che vedrebbe uno tra Kuzmanovic e Alvaro Pereira trasferirsi in rossonero e Alessandro Matri vestire, viceversa, i colori nerazzurri. Sarebbe uno scambio plausibile in quanto l’Inter, dopo l’ormai certa cessione in prestito di Belfodil a un club tra Sassuolo, West Ham, che appare in netto vantaggio per acquisire il giovane algerino, e Betis Siviglia e il Milan si ritroverebbe con un centrocampista centrale in più in caso di arrivo di Kuzmanovic, oppure con un esterno difensivo di spinta che potrebbe sostituire Constant o Emanuelson; è tuttavia da sottolineare come lo scambio più probabile tra le due formazioni meneghine sia quello Kuzmanovic-Nocerino, visto anche le numerose pretendenti turche e inglesi di Pereira, interpreti dello stesso ruolo con il centrocampista napoletano che, da sempre, è uno dei giocatori preferiti da Mazzarri che già ai tempi del Napoli lo avrebbe voluto nella propria rosa.

Mudingayi InterQuasi certo partente è Gaby Mudingayi, il centrocampista belga, al rientro dalla rottura del tendine d’Achille, non è riuscito a ritagliarsi lo spazio che avrebbe meritato e, verosimilmente, proverà a giocarsi le sua chance di andare al mondiale brasiliano con la propria nazionale in una società che possa assicurargli la titolarità come Catania o Genoa. Tuttavia l’ex Bologna potrebbe anche essere inserito in uno scambio con il Torino con D’Ambrosio, esterno difensivo capace di giocare sia a destra che a sinistra di un centrocampo a cinque come quello di Mazzarri, che arriverebbe quindi nerazzurro.

Altro giocatore che potrebbe lasciare la società di Corso Vittorio Emanuele è Patrick Olsen: il centrocampista danese classe ’94 potrebbe essere mandato in prestito in una società di serie A o di alta serie B per fare esperienza. Infine per quanto riguarda il mercato in uscita restano sempre in bilico le posizioni di Andrea Ranocchia e Fredy Guarin che gradirebbero restare a Milano ma l’Inter, dovendo fare cassa, potrebbe decidere di cederne uno dei due oppure entrambi. Il difensore italiano ha richieste dalla Russia, in particolare lo Zenit di San Pietroburgo di Spalletti, ma anche dall’Inghilterra con Manchester United e City pronte ad un derby anche sul mercato; il forte centrocampista colombiano, per sua stessa ammissione, è stato richiesto dal Chelsea ma si è anche detto speranzoso che la società nerazzurra possa considerare la sua volontà di restare a Milano e rinnovare il contratto.

Andrea ranocchiaSe dovesse partire Guarin, probabilmente perso ormai l’obiettivo Nainggolan destinato a Roma o Milan), l’Inter potrebbe puntare su Ivan Rakitic, il capitano del Siviglia e capace di mettere a segno finora 7 reti in 15 partite in Liga spagnola, o su Granit Xhaka, svizzero kosovaro di 21 anni e centrale di centrocampo capace di giocare sia da mediano che da trequartista, attualmente al Borussia Monchengladbach. Sempre in entrata circolano i nomi di Juan Bernat Velasco, ventenne terzino sinistro del Valencia, autore finora di un’ottima stagione totalizzando, finora, 14 presenze da titolare (con un gol) in Liga e 5 in Europa League e nazionale under 21 e Paolo Cannavaro, pupillo di Mazzarri al Napoli dove, con Benitez, è ormai relegato in panchina.

Gli ultimi due nomi che vengono accostati all’Inter sono sicuramente di calibro maggiore: Ezequiel Lavezzi ed Erik Lamela. Il “Pocho” è l’ideale per il gioco di Mazzarri di cui è stato splendido interprete nella sua esperienza napoletana e ormai panchinaro al PSG. Il club parigino, tuttavia, non sembra intenzionato a cedere l’attaccante e, perciò, la Beneamata ha virato sul “Coco” Lamela, seconda punta simile a Lavezzi, che non trova spazio al Tottenham e, in effetti, il club londinese sarebbe disposto alla cessione anche solo in prestito.

Chissà che qualcuno di questi giocatori non possa essere già schierato con la Lazio il giorno della Befana, partita nella quale i biancoazzurri si presenteranno con un nuovo allenatore Edy Reja e i nerazzurri senza lo squalificato Campagnaro. Sarà una sfida fondamentale per entrambe le squadre: la Lazio deve per porre fine all’emorragia di punti in campionato e provare a rilanciarsi per arrivare almeno in Europa League, l’Inter per provare a chiudere il girone di andata battendo in fila Milan, Lazio e Chievo e provare a riavvicinarsi al terzo posto.

Leggi anche -> Calciomercato Inter, Lavezzi resta al Psg. Alvaro Pereira, offerte dalla Turchia?

Leggi anche -> Notizie Inter: il punto sul mercato dei nerazzurri