Calciomercato Inter, riscatto di Rolando sempre più difficile

Continua il braccio di ferro di calciomercato tra Porto e Inter per Rolando. La società nerazzurra vorrebbe continuare a puntare sul difensore portoghese riscattandolo dal Porto, ma  la rottura tra il calciatore e la dirigenza dei Dragoes rischia di rendere più difficile l’affare.

Rolando ha infatti comunicato alla dirigenza del Porto di non voler partire per il ritiro della squadra in Olanda, perchè considera finito il suo ciclo con la maglia dei dragoni, ma questo atteggiamento ha irrigidito ancora di più il presidente Pinto Da Costa che ora ha alzato il prezzo per il riscatto a 10 milioni, dai 5-6 di cui di parlava fino a qualche giorno fa. Ciò si può spiegare anche per l‘interessamento del Besiktas.

Sebbene la volontà di Rolando è sempre stata quella di trasferirsi definitivamente a Milano e quindi l’interessamento del Besiktas non sembra un insidia per l’Inter, a queste condizioni sicuramente il riscatto non avverrà. La dirigenza nerazzurra, per bocca del ds Ausilio che sta seguendo l’affare, non ha mai offerto più di 4 milioni, e appare altamente improbabile che possa farlo adesso, dal momento che in difesa è stato confermato Ranocchia (che sarà anche capitano), e le altre caselle di difensori centrali sono occupate da Vidic, Juan Jesus, Ranocchia, Andreolli e Campagnaro. Probabile quindi che l’affare riscatto possa eventualmente sboccarsi a fine agosto, quando il Porto potrebbe sensibilmente abbassare la sua richiesta.

Leggi anche–>Calciomercato Inter, Mazzarri: “Rolando? Felice se torna”

Leggi anche–>Calciomercato Inter, riscatto di Rolando: Thohir tratta col Porto