Calciomercato Inter, sfumato l'affare Ranocchia-Borussia Dortmund?

In casa Inter, dopo la questione Vucinic-Guarìn che ha lasciato perplessità, regna la necessità di attivarsi soprattutto in uscita per provare a portare giocatori alla disposizione di Mazzarri. Dopo la cessione di Pereira, già ufficiale al San Paolo, e le probabili rinunce a Mariga e Mudingayi sta provando a cedere Andrea Ranocchia. In questa stagione, il difensore nerazzurro ha disputato 16 partite, partendo sempre titolare ma, nelle ultime giornate, viste le ottime prestazioni fornite da Rolando, è stato rilegato al ruolo di “panchinaro di lusso”.

Il difensore centrale italiano, nazionale con Prandelli ma che vede la sua convocazione a rischio a causa delle ultime prestazioni e del fatto di non essere più titolare inamovibile, sembrava vicinissimo al Borussia Dortmund di Jurgen Klopp ma, nelle ultime ore, la trattativa si è arenata per due motivi: per prima cosa l’offerta di soli 7 milioni, a fronte dei 15 richiesti dalla società nerazzurra, non è ritenuta all’altezza del valore del giocatore e, secondariamente, perché la società tedesca si è innervosita a causa della fuga di notizie che ha reso pubblica la trattativa tra le due società su praticamente tutti i mass-media italiani.

Ranocchia

Il giocatore di Assisi, ex Arezzo, Bari e Genoa, tra l’altro, aveva già accettato la proposta dei gialloneri, convinto dall’opportunità di confrontarsi con uno dei campionati più belli d’Europa e in uno dei club più fascinosi dell’intero continente. Insomma sembra quasi esserci una maledizione (o più semplicemente un’ormai assodata incompetenza dei dirigenti nerazzurri) sul mercato interista: Ranocchia potrebbe rimanere a Milano e non rinnovare il contratto in scadenza nel 2015. Va infine sottolineato che sul difensore italiano c’è anche l’interesse dello Zenit di Spalletti e anche del Napoli, intenzionato a proporre uno scambio con Paolo Cannavaro.

Leggi anche -> Calciomercato Inter, ai Nerazzurri piace Gomis

Leggi anche -> Cessioni Inter, Belfodil a breve al QPR