Calciomercato Inter, Thohir: "Mazzarri mi ha chiesto un attaccante, ne stiamo parlando"

Fin dal suo primo giorno da Presidente, la speranza di Thohir è stata quella di costruire col tempo una squadra forte, capace di competere non soltanto in Italia ma anche in campo internazionale. Per far ciò, il magnate indonesiano è consapevole che occorrono rinforzi in grado di far fare il salto di qualità ad una squadra che ad oggi non può perché carente in diversi reparti, ma soprattutto – causa gli infortuni di Milito e Icardi e il poco o per niente utilizzo di Belfodil – in attacco. Il miglior attacco in campionato dei nerazzurri, infatti, non deve ingannare. I nerazzurri infatti hanno fino ad ora beneficiato del grande apporto in termini di goal dei centrocampisti e degli esterni, Nagatomo e Jonathan. Il reparto offensivo è spesso tutto sulle spalle dell’argentino Palacio che comincia ad accusare nelle ultime partite un po’ di stanchezza e avrebbe bisogno di rifiatare.

Serve dunque una punta e Thohir è disposto a spendere per regalare a Mazzarri e tifosi l’attaccante che tanto servirebbe. Tuttavia, c’è un però. Prima di pensare ad acquistare, la Società deve, infatti, vendere e fare cassa. A tal proposito, i nomi caldi sono quelli di Alvaro Pereira e Kuzmanovic – difficilmente i due giocatori saranno ancora all’Inter dopo il mercato di Gennaio – ma anche Guarin e Ranocchia non sono certo tra gli insostituibili e, a fronte di una lauta offerta potrebbero lasciare Milano.

Pablo Daniel Osvaldo

A quel punto, l’Inter potrebbe seriamente pensare di comprare. I nomi che si sono fatti in questi giorni sono diversi, in modo particolare Dzeko, Osvaldo e Lavezzi quelli più gettonati.

Il bosniaco non gioca quasi più nel Manchester City di Pellegrini e sarebbe disposto a lasciare l’Inghilterra, ma c’è il nodo contratto, dato che l’attaccante guadagna circa 5 milioni di euro, e l’Inter ha un tetto salariale massimo fissato a 3, derogabile solo per le eccezioni. Arrivare ad Osvaldo sembrerebbe, invece, un’operazione un po’ più semplice. Si parla di prestito con diritto di riscatto, ma sono voci. Il capitolo Lavezzi è stato dalla nostra redazione affrontato svariate volte in questi giorni. Tanti potrebbero essere i motivi perché l’affare si faccia: il giocatore ha bisogno di giocare di più per guadagnarsi il Mondiale 2014; Lavezzi e Mazzarri si stimano; il giocatore gradirebbe un ritorno in Italia. Tuttavia, è anche vero che bisognerebbe trovare la formula giusta per far si che l’operazione si possa fare. I nerazzurri vorrebbero il prestito con diritto di riscatto oneroso, ma difficilmente questa soluzione andrà bene al Psg che dopo averlo pagato 28 milioni al Napoli vorrebbe, qualora se ne privasse, far cassa.

Ezequiel Lavezzi

Insomma, gli scenari sono diversi e i dirigenti interisti e il suo Presidente sono a lavoro. Recentemente, Thohir, dall’Indonesia, è ritornato sul capitolo calciomercato. Queste le sue dichiarazioni: “L’Inter sta entrando in un periodo di transizione, dopo il nono posto dello scorso anno ha ingaggiato un bravo allenatore come Mazzarri. Credo che con lui l’Inter quest’anno avrà un rendimento coerente. Però, quando diminuisce l’intensità di gioco si nota la mancanza di alternative in attacco. L’Inter ha solo quattro attaccanti e due sono attualmente infortunati. Palacio sta giocando praticamente sempre e per avere più profondità davanti abbiamo dovuto avanzare Guarin. Il tecnico mi ha chiesto l’acquisto di un attaccante e di questo ho discusso anche con il direttore sportivo Marco Branca”.

Ancora una volta, il magnate indonesiano ha così dimostrato competenza calcistica e capacità nel leggere la situazione attuale dell’Inter, nonché la necessità di cambiare qualcosa. Noi siamo certi che qualcosa si smuoverà già in questo mercato d’Inverno. Non ci resta che attenderne pazientemente i futuri sviluppi.

Leggi anche–> Calciomercato Inter, Lavezzi arriva a Gennaio?

Leggi anche–> Calciomercato – Acquisti e rinforzi per Gennaio: Thohir convinto