Calciomercato Juventus News, il Punto al 30 luglio 2015

Siamo ormai giunti al termine del secondo mese di questa sessione estiva del calciomercato. La Juventus di Max Allegri ha decisamente cambiato pelle. Le cessioni illustri di Tevez, Pirlo e Vidal, in ordine di tempo, testimoniano la volontà della società bianconera di rinnovare e ringiovanire una rosa capace di registrare, nella maggior parte delle gare giocate lo scorso campionato, un’età media pari a 31 anni.

Tra i pali, se da un lato sono stati confermati capitan Buffon e Rubinho, abbiamo assistito alla partenza di Marco Storari, classe ’77 che ha scelto di sposare la causa rossoblù del Cagliari del patron Giulini, ripartendo con nuovi stimoli dalla Serie B. Al posto del numero 30, è atterrato a Torino l’ex Fiorentina Neto, estremo difensore 26enne di sicuro affidamento, pronto a fare da spalla al numero uno della Nazionale in caso di necessità.

Il reparto difensivo, invece, ha perso Angelo Ogbonna, volato a Londra alla corte del West Ham, prontamente sostituto da Daniele Rugani, centrale classe ’94 rientrato dal prestito all’Empoli e pronto ora al salto di qualità. L’infortunio di Barzagli e il problema muscolare accusato da Chiellini, hanno fatto suonare un campanello d’allarme in casa Juve: l’8 agosto è in programma la Supercoppa contro la Lazio, ecco perchè arrivare con appena due difensori centrali di ruolo sarebbe alquanto rischioso. Per questo motivo, la dirigenza di corso Galileo Ferraris sta pensando seriamente a Davide Astori, tornato a Cagliari alla fine dell’esperienza con la maglia della Roma. Il prezzo del cartellino del ragazzo cresciuto nelle giovanili del Milan si aggira attorno ai 7 milioni di euro, ma il duo Marotta-Paratici conta di poter chiudere l’affare non andando oltre i 5,5 milioni di euro. Non trascurabile l’ipotesi del prestito gratuito con diritto di riscatto, formula che permetterebbe ai Campioni d’Italia di non mettere nuovamente mano alle proprie casse.

Sugli esterni tutti confermati (Lichtsteiner, Caceres, Evra, Asamoah), eccezion fatta per Romulo, per il quale la Juventus non ha usufruito dell’opzione per il riscatto. L’idea di Allegri, però, è quella di riportare l’ex Udinese Asamoah a centrocampo, precisamente nel ruolo di mezzala sinistra, ecco perchè fino al 2 settembre si cercherà di portare alla corte del tecnico livornese un nuovo terzino mancino, magari uno tra Siqueira (Atletico Madrid), Alex Sandro (Porto) e Kurzawa (Monaco).

La mediana ha subito una radicale trasformazione: gli addii del “maestro” Andrea Pirlo, direzione New York City, e del “guerriero” Arturo Vidal, che ha scelto il Bayern Monaco, hanno provocato l’arrivo dello svincolato Khedira, a fine contratto con il Real Madrid, e del giovane colombiano Tello, arrivato a titolo temporaneo. Cosa manca? Il trequartista naturalmente. L’ex tecnico del Milan vuole puntare tutto sul 4-3-1-2, modulo che ha bisogno di un giocatore capace di rifinire tutte le azioni dell’undici juventino, un vero numero “10”. Di nomi se ne son fatti tanti, forse troppi. Il più caldo, al momento, è sicuramente quello di Julian Draxler (classe ’94), per il quale c’è stata nelle ultime ore una brusca frenata. La trattativa si è improvvisamente arenata dopo la prima offerta ufficiale formulata dall’AD Beppe Marotta: i 15 milioni più 3 di bonus non sono neanche stati presi in considerazione dallo Schalke 04, a tal punto da indurre il ds dei tedeschi Heldt a stroncare ogni possibilità di dialogo tra le parti.

Ozil impossibile, Gotze sempre più lontano, chi prende la Juve? I nomi nuovi sono due: Davy Klaassen, seconda punta classe ’93 dell’Ajax, valutato circa 25 milioni di euro, e Samir Nasri, fantasista classe ’87 in forza al Manchester City, dichiarato incedibile dallo stesso allenatore dei Citizens Pellegrini.

Mentre si cerca disperatamente di trovare l’uomo giusto per raccordare l’attacco e la zona centrale del campo, il discorso “pacchetto” offensivo può considerarsi chiuso. Se l’Apache ha lasciato un vuoto incolmabile, l’arrivo del 21enne Paulo Dybala lascia ben sperare i tifosi bianconeri. Oltre al nuovo numero 21 di Madama, sono giunti a Vinovo anche Mario Mandzukic, classe ’86 ex Atletico Madrid, e Simone Zaza, per il quale la Juve ha usufruito del diritto di “recompra” (15 milioni di euro).

Leggi anche –> Draxler-Juventus: l’Offerta che ha fatto arrabbiare lo Schalke 04

Leggi anche –> Draxler-Juventus, Heldt: “Non tratteremo più”