Calciomercato Juventus, Valencia su Llorente: bufala o realta?

Giunto alla Juventus poco più di un mese fa in seguito ad un’operazione a costo zero, Fernando Llorente potrebbe già mettere un punto alla sua breve avventura bianconera.

L’attaccante di origine basca sembra non avere ancora nelle corde i pesanti ritmi delle sedute di allenamento di Antonio Conte e nelle diverse amichevoli disputate dalla Juventus nel corso del mese di agosto non ha certo brillato per rendimento.

Fernando Llorente

Da non dimenticare però il fatto che si tratta di calcio estivo, di partitelle di poca importanza in cui tutti o quasi hanno sofferto i pesanti carichi di lavoro imposti dal tecnico durante il ritiro di Chatillon. Certo è che i media hanno sin da subito costruito un caso-Llorente parlando dell’ennesimo flop-player portato a casa da Beppe Marotta.

Negli scorsi giorni è rimbalzata la voce di un clamoroso interessamento del Valencia per il basco che potrebbe approfittare del fatto che, visto il rendimento, il giocatore potrebbe già non più rientrare nei piani di Antonio Conte. Nulla di certo, nessuna offerta, nessuna trattativa.

Se questo però fosse vero potrebbe essere visto da due punti di vista: un’eccezionale operazione economica che ha portato l’attaccante della Nazionale spagnola a Torino a parametro zero e che, meno di due mesi dopo, vedrebbe entrare nelle tasche bianconere un surplus; oppure una sorta di esame di riparazione dell’ultimo minuto che eviterebbe di svalutare il giocatore nel corso del campionato in caso di prestazioni deludenti.

Fernando Llorente Spagna

Terza ipotesi: una grandissima bufala. Il giocatore stesso ha smentito categoricamente qualsiasi possibilità di abbandonare la Juventus dicendosi felice di indossare quella maglia e voglioso di misurarsi con il campionato italiano.

Domani sera in occasione della Supercoppa che verrà disputata allo Stadio Olimpico contro la Lazio, la coppia d’attacco sarà formata da Tevez e Mirko Vucinic. Che si tratti di un campanello di allarme per il basco? Questo non lo possiamo sapere, ma certo è che è giusto dare al giocatore la possibilità di esprimersi in campo prima di giudicare anche se, nel corso delle ultime stagioni, diversi elementi sono stati rilegati in panchina poichè partiti con il piede sbagliato (vedi Bendtner, Elia, Krasic, ecc…ecc…)

Leggi anche –> Calciomercato: un ex juventino vicino al Bologna
Leggi anche –> Ultime calciomercato: dopo Giaccherini, il Sunderland insiste per un altro bianconero
Leggi anche –> Calciomercato Juventus: Matri alla Lazio per Lulic?