Calciomercato Juventus, Witsel: "Mi vedevo a Torino. Non sono felice"

Il belga parla ancora di mercato.

Lo Zenit ha fermato la trattativa che avrebbe portato Witsel alla Juventus per ripicca. Il club russo, infatti, non ha gradito il mancato rinnovo da parte del centrocampista e ha fatto di tutto per ostacolare l’affare, con l’invio del documento necessario per renderlo effettivo (il famigerato TMS) arrivato fuori tempo massimo. La dirigenza dello Zenit, però, non vuole essere considerata colpevole e il dg Maxim Mitrofanov ha dichiarato: “La colpa è del giocatore che ha cambiato continuamente idea fino a due giorni prima che chiudesse il mercato. Noi stavamo cercando un sostituto ma non abbiamo fatto in tempo”.

Witsel, d’altro canto, smentisce le dichiarazione della società russa ed ecco le sue parole riportate da rtbf.be dal ritiro del Belgio: “E’ un peccato, avevo già superato le visite mediche e mi sentivo un giocatore della Juventus. I bianconeri hanno fatto di tutto per acquistarmi, ma lo Zenit non ha accettato i 25 milioni di euro, nonostante io abbia solo un altro anno di contratto. Io alla Juve il prossimo anno? Prima deve terminare il mio contratto e poi valuterò”.