Calciomercato Milan, Berlusconi vuole acquistare Cerci e Vrsaljko

Vertice di mercato importante ad Arcore tra Silvio Berlusconi, Adriano Galliani e Pippo Inzaghi, neo-allenatore della formazione rossonera che si prepara a vivere il primo ritiro da tecnico. I tre hanno messo a punto quelle che saranno le prossime strategie di mercato, dimostrando anche come il patron del Milan abbia sempre a cuore le vicende legate al club calcistico, nonostante i numerosi grattacapi a livello politico e legale che deve affrontare.

Il presidente del Milan ha dato l’ok ai movimenti in entrata del Milan, particolarmente orientati su un esterno d’attacco e sul terzino del Genoa, Vrsaljko. I rossoneri hanno però prima una priorità, confermata anche da Berlusconi, ossia vendere per poi poter fare mercato in maniera concreta: i nomi destinati a lasciare Milanello sono i soliti, da Niang a Matri, passando per Robinho ed anche Abate che verrebbe chiuso dall’arrivo dell’esterno di difesa della nazionale croata e del Genoa.

Il Milan prova dunque a dare una sterzata decisa al mercato sperando di poter portare a casa un esterno di qualità, utile per il 4-3-3 che tanto piace ad Inzaghi ma che per essere applicato avrà bisogno dei giusti interpreti: si allontana Iturbe, difficile arrivare a Lavezzi, che comunque è uno dei preferiti, mentre salgono le quotazioni di Cerci che ha avuto l’ok anche di Berlusconi, senza dimenticare quel Taarabt che non fu riscattato a giugno e che potrebbe presto tornare in auge.

Leggi anche: