Calciomercato Milan, budget da 50 milioni per gli acquisti

Il Milan si tuffa a pieno nel calciomercato, nella speranza di poter mettere a segno qualche interessante colpo, senza dimenticare quel capitolo cessioni, fondamentale per un club che non vanta budget illimitati, soprattutto in questa estate in cui non arriveranno fondi dall’Europa per la mancata qualificazione alle coppe continentali.

I rossoneri lavorano non solo in ottica acquisti, ma cercano di piazzare anche qualche calciatore di troppo: Galliani sta aumentando i contatti con altri club per poter cedere calciatori della rosa, ormai fuori da qualsiasi progetto tecnico-tattico. Così facendo un breve calcolo, senza considerare l’eventuale cessione eccellente (Balotelli o De Sciglio) si arriva a ben 50 milioni da poter poi reinvestire. Innanzitutto si può partire da quel Ricardo Kakà che ormai è sempre più un ex rossonero: con l’addio del brasiliano, su cui il Milan non sta facendo grosse pressioni per la permanenza, e che consentirebbe di risparmiare ben 8 milioni annui di ingaggio.

Oltre all’addio dell’asso, direzione MLS, si può considerare anche l’addio di Niang e quello di Matri, che potrebbero insieme portare sui 10 milioni di euro almeno, cui presto potrebbe anche aggiungersi l’addio di uno tra Mexes e Zapata, anche se è possibile ancora la cessione di entrambi nel caso in cui il Milan oltre a Rami trovi un altro centrale affidabile. Un tesoretto molto interessante, incrementato anche grazie alle comproprietà, su tutte quella per Paloschi che porterà nelle casse rossonere 3 milioni di euro.

Il Milan dunque inizia a progettare quello che può essere l’assalto ad Iturbe e ad un sostituto di Balotelli che, come confermato da Barbara Berlusconi, non è insostituibile e dunque vicino all’addio.

Leggi anche: